ball mastery

  • Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare.

    Sullo scorso numero, all’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere uno degli obiettivi dell’allenatore. Il lavoro di sensibilità piede-palla ha poi delle caratteristiche ben precise, ovvero:
    • qualità dei tocchi;
    • precisione;
    • ripetizione continua dei gesti;
    • ritmo e tempo di esecuzione.

  • L’articolo di Andrea Biffi si concentra sul dominio della palla, focalizzandosi su quali aspetti sollecitare per migliorare questo aspetto e sull’importanza di saper utilizzare entrambi i piedi, poiché solo così alcune combinazioni tecniche diventano efficaci. In seguito, mister Biffi ha indicato come organizzare le proposte per lavorare sulla ball mastery e come passare dalla forma statica a quella dinamica.

Magazine in Edicola