A tutta agility

A tutta agility

Una qualità indispensabile per il calciatore: la sua definizione, i presupposti operativi e le esercitazioni.

L’allenamento può essere definito come un processo complesso, il cui obiettivo è quello di raggiungere un risultato o una prestazione sportiva attraverso la corretta pianificazione dei carichi di lavoro. La scelta delle metodiche ha seguito negli anni un’evoluzione: si è partiti dall’imitazione della partita, passando per quella dei campioni fino a giungere al criterio attuale, che consiste nel seguire il modello prestativo, il quale pone in evidenza le qualità fisiche più importanti da sviluppare e migliorare.

Con la tecnologia moderna si riescono a definire esattamente i quantitativi di corsa, personali per ogni giocatore, che vengono svolti durante la partita e i vari movimenti che l’atleta compie: sprint, cambi di direzione, di senso, controlli di palla, arresti e frenate, contrasti con avversari, salti, accelerazioni e decelerazioni, oltre a identificare e discriminare le differenti velocità: sosta o cammino (25 km/h) e la corsa all’indietro.

Il modello prestativo calcistico dipende anche dalla capacità di reagire prontamente a stimoli percettivi di varia natura e di eseguire gesti tecnici nel più breve tempo possibile, rispettando i corretti parametri esecutivi e l’ampiezza ottimale di movimento. Le strategie adottate attraverso l’allenamento fisico e tecnico-tattico sono focalizzate sullo sviluppo dell’agility in movimenti specifici e sulla realizzazione di spostamenti estremamente veloci.

Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Articoli correlati

Il Tabata nel calcio

Un metodo di allenamento ad alta intensità che prevede fasi di lavoro di 20’’ alternate ad altre di recupero di 10’’, il tutto per 4’ complessivi. Negli ultimi anni la metodologia dell’allenamento nel calcio ha virato decisamente verso la ricerca di una maggiore intensità. Infatti, in sede di training si richiedono numerose accelerazioni, decelerazioni, insieme […]

Core training

Alcune proposte pratiche per migliorare la stabilità e l’efficienza dell’unità centrale del corpo, attraverso il core training. Negli ultimi anni nell’allenamento sportivo è stato introdotto il concetto di core-training. Con il termine “core” si fa riferimento all’unità centrale del sistema corpo, più precisamente alle strutture, costituite dal complesso ossa-legamenti-muscoli, presenti a livello lombare e addominale, […]

Glutei e hamstring sempre in forma

Due distretti muscolari che devono essere allenati in modo corretto per evitare infortuni ed essere pronti a una performance di qualità. La letteratura scientifica spiega che certi gruppi muscolari devono essere allenati in maniera specifica, come per esempio i glutei e gli hamstring (o ischiocrurali). Prendendo come riferimento i dati e le indicazioni a connotazione […]

La navetta australiana

È un test di facile esecuzione per indagare la capacità di ripetere sprint (RSA). Prevede tempi di esecuzione e di recupero fissi, pari a 30’’-35’’. Il risultato è dato dai metri percorsi dal giocatore. Cosa si può imparare dagli altri sport? Direi molto! Nella mia esperienza di preparatore atletico mi sono confrontato con allenatori e […]