Allenarsi a corpo libero e coi piccoli attrezzi

Allenarsi a corpo libero e coi piccoli attrezzi

Perché e in che modo utilizzare l’allenamento funzionale coi calciatori per sviluppare al meglio la forza. Il training specifico per parte superiore e inferiore del corpo.

Il calcio di oggi è in continua evoluzione e di conseguenza anche i suoi protagonisti: i calciatori. Vi sono sempre più competizioni, la velocità delle azioni è aumentata e lo stesso vale per la distanza totale percorsa da ogni singolo elemento, l’alta intensità espressa, la qualità tecnica dei giocatori. Inoltre, il gioco è diventato sempre più fisico. Ma quali azioni e movimenti effettua un calciatore durante una partita, indipendentemente dalla categoria a cui appartiene? Corre, frena, riparte, salta, si gira, protegge palla, contrasta l’avversario. A questo punto sorgono spontanee alcune domande: come si possono migliorare queste componenti e sviluppare più forza rimanendo, allo stesso tempo, agili?

Una proposta è quella di inserire allenamenti specifici, sia in campo sia in palestra, a carattere muscolare, per stimolare appunto la forza e la potenza (strenght and power). Per questo possiamo affermare che la forza sarà funzionale al gesto specifico dell’atleta. Pertanto, prima di stilare un programma per i giocatori, è conveniente uno “screening” di valutazione funzionale, da proporre già a inizio preparazione, utilizzando esercizi basilari. Parliamo di squat libero (air squat), piegamenti sulle braccia, affondi (che ritengo uno dei movimenti principe da apprendere per i calciatori). Questo aiuta a individuare deficit muscolari o di movi- mento; a tal proposito, ci possono venire in soccorso i test di valutazione dell’FMS e FMSA (chi vuole approfondire l’argomento può leggere gli articoli apparsi sui numeri 295 e 296 di agosto e settembre).

Scopri di più sul numero di dicembre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Glutei e hamstring sempre in forma

Due distretti muscolari che devono essere allenati in modo corretto per evitare infortuni ed essere pronti a una performance di qualità. La letteratura scientifica spiega che certi gruppi muscolari devono essere allenati in maniera specifica, come per esempio i glutei e gli hamstring (o ischiocrurali). Prendendo come riferimento i dati e le indicazioni a connotazione […]