Numero 300

Numero 300

Con il numero di gennaio la rivista raggiunge un traguardo importante: si tratta infatti del numero 300. Cesare Barbieri, a partire da pagina 8, ha ripercorso la storia della rivista, dei 9.831 giorni trascorsi dal numero 1, attraverso i pensieri dei protagonisti di tutti questi anni. L’attenzione si sposta poi sulla Serie A, con l’intervista al tecnico della Roma Eusebio Di Francesco (pagina 30), che, rispondendo alle domande di Luca Bignami, ci ha indicato la sua idea di calcio e alcune proposte da campo. Vanni Sartini ha poi analizzato le differenti filosofie di attacco (pagina 42), indicando tre filoni diversi, confrontando le soluzioni adottate da Manchester City, Chelsea e Napoli.

La fase di non possesso è invece il focus dello scritto di Max Canzi, che ha indicato le soluzioni da adottare se si utilizza una difesa dispari (pagina 48). Da non perdere, a partire da pagina 60, la seconda parte dello speciale sull’allenamento della forza, in cui i nostri esperti analizzano il training di forza dal punto di vista prestativo e preventivo, con attenzione ai giovani e alle donne, nonché agli strumenti da campo da utilizzare. Per l’attività di base, vi rimandiamo all’articolo di Andrea Biffi che si è soffermato sull’arte del duello, indicando i metodi di allenamento per le tricks e l’importanza di lasciare una certa libertà operativa agli allievi (pagina102). Infine, da non perdere l’intervista al tecnico dell’Atalanta Mozzanica, Serie A femminile, Elio Garavaglia, di Teresa Paolopoli (pagina 54). 

 

Indietro
Pagina 1 di 2
Avanti

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Allenate la percezione

Perché è importante andare oltre al “giocatore pensante”. La percezione delle informazioni, la lettura corretta di queste e l’attuazione di comportamenti efficaci e funzionali al contesto di gioco Sovente l’obiettivo dichiarato da numerosi allenatori e responsabili di settore giovanile è quello di formare “giocatori pensanti”. Se ogni calciatore, però, durante una partita dovesse pensare all’azione […]

Tutto sulla marcatura

Una capacità, talvolta trascurata nel settore giovanile, che va assolutamente allenata. Le proposte pratiche, il duello e il marcamento di un calciatore senza palla. È ormai ben chiaro che le abilità tecniche non siano l’unica componente che determina la prestazione del calciatore. Al fianco di calciatori come Neymar, Coutinho, Messi e Ronaldo, per citare alcuni […]

Il gioco è il miglior maestro

Perché insegnare i princìpi di gioco in luogo di schemi ripetitivi coi giovani. L’importanza di saper scegliere. Mi è capitato recentemente di ascoltare un noto allenatore affermare che i ragazzi fino a 16 anni non devono fare tattica, ma soltanto tecnica; un altro sosteneva che alcuni mister di settore giovanile dovrebbero essere allontanati dal campo […]