Febbraio con lo speciale attività di base

Febbraio con lo speciale attività di base

Il primo degli speciali di quest’anno viene presentato e affrontato in ben 40 pagine della nostra rivista. Il tema che abbiamo scelto è dedicato ai più piccoli, a coloro i quali iniziano ad approcciarsi al gioco del calcio, che è appunto un gioco. Ma anche ai loro allenatori che, per svolgere al meglio la loro funzione, devono avere conoscenze e competenze di altissimo livello. Siamo partiti dal movimento per poi addentrarci all’interno del gioco fino a giungere agli aspetti prettamente tecnici.

L’apertura con l’intervista a un Campione del Mondo, Mauro German Camoranesi, che ha come motto quello di: “restituire le strade ai bambini”. Poi, con una serie di esperti, abbiamo trattato le varie tematiche: dal movimento libero e la coordinazione analizzati da Mattia Toffolutti e Matteo Callini all’insegnamento della differenza tra rischio e pericolo di Matteo Cioffi, dall’andare oltre la semplice metodologia (Davide Brunello) agli aspetti tecnici come il dominio della palla (Matteo Rivi), il tiro in porta (Andrea Biffi), il passaggio (Alberto Pennacchioni) e lo sviluppo situazionale (Vincenzo Colombo e Stefano Pasquinelli).

Oltre allo speciale, proponiamo l’intervista di Cesare Barbieri a Ludovica Mantovani, presidente del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio Femminile, in cui si parla del futuro di questo movimento toccando argomenti attuali come il professionismo.

Per gli adulti, invece, Simone Lorieri propone una serie di esercitazioni utili a migliorare la capacità di accelerazione, mentre Paolo Gatti illustra transizione negativa e difesa organizzata secondo la periodizzazione tattica. Parlando di professionisti, Luca Bignami ci porta alla scoperta dei numeri che hanno caratterizzato il girone di andata di Serie A, con alcuni spunti interessanti per capire l’andamento del campionato. Infine, da non perdere l’intervista della nostra rubrica “non solo calcio” a Raul Cremona, in cui Sandra Ricci ha chiesto al famoso comico e mago i segreti della prestidigitazione e i suoi inizi “sportivi”.

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Così sono i bambini

Le caratteristiche dei Pulcini, le attenzioni che deve avere l’istruttore nel rapporto con loro e quale comunicazione è più efficace. Prima di addentrarci nel mondo dei Pulcini, è importante ricordare che l’organismo umano, se soggetto a determinate sollecitazioni fisiche prodotte dall’esterno, tende a interiorizzare lo stimolo, creando specifici presupposti di adattabilità. Questo indica come il […]

La coordinazione

Quando si lavora con categorie di piccoli giocatori bisogna cercare di unire l’aspetto ludico a quello motorio. L’idea di fondo è quindi quella di consentire ai nostri bambini di apprendere attraverso il gioco, consentendo loro di avere anche uno spazio di libertà utile a stimolare la scoperta autonoma. Questo è il senso delle esercitazioni suggerite. […]

Il duro lavoro paga sempre

“Il grande inganno è pensare che i più dotati non lavorino, o lavorino poco”, parole di Osvaldo Zubeldia nell’articolo-intervista storica di Carlo Pizzigoni (con l’ingegnere Filippo Riontino) a pagina 18. “Non esiste un solo motivo, neppure uno, perché un giocatore in campo stia fermo. Il calcio è movimento, il calcio è correre e smarcarsi”, Marcelo […]