L’intelligenza del numero uno

L’intelligenza del numero uno

Stefano Baroncini, allenatore dei portieri del settore giovanile della Juventus, ha voluto approfondire il concetto relativo alla capacità dell’estremo difensore di interpretare in maniera corretta il gioco, anche attraverso lo sviluppo di capacità cognitive.

Partendo da questo concetto, risulta importante capire perché è fondamentale ridurre i tempi di pensiero del portiere al fine di poter metterli nelle condizioni di leggere e gestire le varie situazioni nel più breve tempo possibile. A corredo di ciò, alcune proposte pratiche utili a sviluppare questo tipo di capacità, sfruttando tutto il materiale possibile, con il fine di introdurre situazioni il più possibile vicine al contesto gara.

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Professione match analyst

Quello del match analyst è un “mestiere” in forte ascesa e che richiede COMPETENZE TRASVERSALI. Per questo motivo, abbiamo pensato ad alcuni articoli curati da un professionista come Filippo Lorenzon, che presenteranno i compiti e le conoscenze indispensabili del ruolo, oltre ad analizzare l’organizzazione tattica dei club europei e italiani più importanti.