I “numeri” al servizio dell’osservatore

I “numeri” al servizio dell’osservatore

Quanto può essere conveniente per il talent scout avere dei dati come riferimento per trovare i nuovi prospetti.

Occuparsi di scouting di calciatori non significa solamente ricercare il talento, ma anche quell’atleta che, per tipologia e condizioni di mercato (compito dei direttori sportivi), risulta il “calciatore obiettivo”; colui che rispecchia il modello prestativo di riferimento per la società; quello con le caratteristiche e i parametri tanto desiderati. Da questo si evince che ogni club, anche in relazione al campionato cui prende parte, ha la sua “filosofia scouting”, budget e unicità operativa nel fare ricerca e selezione. Quello che non cambia e non deve mai mancare, a prescindere dalla realtà per cui si lavora, sono la competenza specifica, un metodo, un linguaggio comune e soprattutto il confronto. Quest’ultimo deve essere preziosamente stimolato dalla soggettività dei singoli osservatori.

Dati e interpretazione
Fatta questa premessa, al di là di ogni filosofia, è utile conoscere il livello e la tipologia di calciatori che militano nel campionato di riferimento, nel quale, ipoteticamente, l’osservato verrebbe inserito. Disporre di capacità proiettiva, “scientifica” perché supportata da alcuni studi, può agevolare le considerazioni e le valutazioni sull’atleta/i. Ecco quindi che, al netto di “fenomeni” e quindi eccezioni, vi sono dei parametri statistici che possono fornire interessanti indicazioni. Consentono di dare maggior consapevolezza all’osservatore, il quale, in tal modo, può astrarre e proiettare quanto osservato nel campionato d’interesse con maggior realismo ed efficacia. Ovviamente si tratta di dati, di numeri che, come sempre, vanno interpretati e contestualizzati. Abbiamo pertanto svolto alcuni studi, riferiti ai cinque campionati europei più importanti (stagione 2019- 20), per fornire un’idea sulla costituzione dei calciatori di alto livello. Ecco, quindi, grazie al supporto di Wyscout (dati al 30-11-2019), le medie di altezza e peso di tutti i calciatori divisi per reparto – i portieri li abbiamo considerati separatamente rispetto al reparto difensivo – di Premier League, Ligue 1, Bundesliga, Serie A e La Liga.

Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale.
Per info: serviziolettori@sportivi.it

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Professione match analyst

Quello del match analyst è un “mestiere” in forte ascesa e che richiede COMPETENZE TRASVERSALI. Per questo motivo, abbiamo pensato ad alcuni articoli curati da un professionista come Filippo Lorenzon, che presenteranno i compiti e le conoscenze indispensabili del ruolo, oltre ad analizzare l’organizzazione tattica dei club europei e italiani più importanti.