Speciale palle inattive – I NUMERI DA “FERMO”

Speciale palle inattive – I NUMERI DA “FERMO”

Quello che dicono le statistiche in riferimento alle reti realizzate e subite su situazioni di palla inattiva, con dati relativi alla stagione corrente e a quella appena passata.

Guardando diversi incontri del nostro campionato ci si accorge facilmente di quanto le situazioni da palla inattiva risultino fondamentali nell’arco dei novanta minuti. Situazioni che a lungo andare, diciamo durante l’intera stagione, fanno spesso la differenza. Gli allenatori dedicano parecchio tempo nella preparazione e nello studio delle azioni che partono dai “piazzati”, provando a trovare il modo, il tempo e lo schema utile a colpire l’avversario nel suo punto debole. Questo in fase offensiva: per quella difensiva, si preparano accorgimenti e posizionamenti per evitare di subire gol. Gli aspetti da analizzare sono molteplici e vanno dal tiratore (destro o mancino), ipotizzando così quale tipo di traiettoria può avere il cross o il tiro, al tipo di marcatura adottata, individuando se viene scelta una zona o una difesa a uomo o mista, potendo così sfruttare eventuali settori meno presidiati dagli avversari.

NUMERI E VAR
I dati aiutano a comprendere l’andamento del campionato. Rifacendoci a una nostra analisi effettuata sul numero 303 della rivista, possiamo individuare come nella stagione 2016-17 i gol da palla inattiva rappresentavano il 30,6% del totale, mentre in quella attuale (alla 26esima giornata) hanno già raggiunto il 33,2%, con un aumento che fa seguito al 31,3% del 2017-18 e al 32,3% del 2018-19. Senza dubbio l’introduzione del VAR ha in qualche modo aiutato la crescita di questo tipo di segnature visto che nella temporada 2016-17 vi erano state 66 reti su rigore, mentre in quella attuale, con dati aggiornati alla medesima giornata (26a), si è già raggiunta quota 98.

Ad oggi la squadra ad aver segnato il maggior numero di reti su palla inattiva è la Lazio (20). L’undici che ha mostrato un miglior impatto delle palle inattive sul totale di segnature è il Brescia: su 22 gol segnati, ben 13 sono stati “da fermo” (59% del totale). Il rovescio della medaglia è rappresentato da Sassuolo e Udinese, che si spartiscono l’ultimo posto per gol segnati da palla inattiva (4), con i neroverdi che hanno uno scarso apporto da queste situazioni con solo l’11% delle reti realizzate.

Scopri di più sul numero di aprile: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale.
Per info: serviziolettori@sportivi.it

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Professione match analyst

Quello del match analyst è un “mestiere” in forte ascesa e che richiede COMPETENZE TRASVERSALI. Per questo motivo, abbiamo pensato ad alcuni articoli curati da un professionista come Filippo Lorenzon, che presenteranno i compiti e le conoscenze indispensabili del ruolo, oltre ad analizzare l’organizzazione tattica dei club europei e italiani più importanti.