Qual è la tecnica più efficace?

Qual è la tecnica più efficace?

Si discute molto di tecnica, tecnica applicata e tattica individuale. Tutte sono importanti per il giocatore. Come inserirle all’interno di una seduta per prime squadre.

Avete mai visto i freestylers? Artisti di strada, veri e propri talenti, dotati di una grandissima tecnica indi- viduale e di un grande dominio del pallone, che fanno cose incredibili sotto gli occhi di decine e decine di af- fascinati spettatori. Vi sarete sicuramente chiesti se potessero essere mai in grado di ripetere le identiche gesta nel bel mezzo di una partita con compagni e avversari in movimento e con situazioni sempre differenti e nuove. Vi sarete anche dati la risposta: se questo fosse possibile, molti di loro avrebbero dei ricchissimi contratti con i top club di tutto il mondo piuttosto che esibirsi in strada! Il punto è proprio questo… c’è grandissima differenza tra il giocatore tecnicamente bravo e quello abile! L’abilità tecnica è la dote principale di un giocatore e in questo articolo vedremo come è possibile allenarla attraverso la tecnica applicata.

La differenza tra tecnica di base e applicata
Per tecnica applicata si intendono tutti gli accorgimenti che un giocatore, attraverso i fondamentali tecnici, esprime in relazione allo sviluppo del gioco tenendo conto dei compagni, degli avversari, del tempo e dello spazio nella maniera più redditizia ed economica per lo sviluppo dell’azione (da una citazione di Ferrari, 2010). In sostanza parliamo di tecnica applicata quando la tecnica di base è portata al gioco e cioè quando uno o più dei fondamentali sono utilizzati in contesti e situazioni in cui sono necessari uno o più elementi di tattica individuale (smarcamento, controllo e difesa della palla, passaggio, finta, dribbling e finalizzazione per la fase offensiva; presa di posizione, marcamento, inter- cettamento, anticipo, contrasto e difesa della porta per quella difensiva). Più un giocatore sarà abile tecnicamente, maggiori saranno le situazioni in cui riuscirà a essere efficiente per la propria squadra.

Applicata al gioco in funzione di cosa?
Le esercitazioni di tecnica applicata servono a sviluppare l’abilità tecnica del calciatore… sono mirate al miglioramento dell’esecuzione tecnica per risolvere una o più situazioni. Utilizzando proposte di tecnica applicata, il giocatore impara a riconoscere (e “pensare”) attraverso il “vissuto” di una situazione o di un principio di gioco e mette in atto una serie di processi tecnico-motori-cognitivi economici e ottimizzati per sviluppare princìpi di gioco universali e/o sviluppi di tattica (individuale, di reparto e/o collettiva).

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Professione match analyst

Quello del match analyst è un “mestiere” in forte ascesa e che richiede COMPETENZE TRASVERSALI. Per questo motivo, abbiamo pensato ad alcuni articoli curati da un professionista come Filippo Lorenzon, che presenteranno i compiti e le conoscenze indispensabili del ruolo, oltre ad analizzare l’organizzazione tattica dei club europei e italiani più importanti.