LE TRANSIZIONI POSITIVE

LE TRANSIZIONI POSITIVE

Codificare posizionamenti e comportamenti da attuare appena riconquistata palla può essere un’arma micidiale per mettere in difficoltà qualsiasi avversario. I riferimenti da avere e come allenare appunto le transizioni positive. 

Come ormai tutti sanno la transizione positiva è il momento in cui si riconquista la palla e si ha la possibilità di effettuare un riattacco. La riconquista può avvenire in vari settori di campo, alcuni più pericolosi di altri. La zona centrale é quella migliore, visto che si può “ripartire” su entrambi i lati, oltre che dirigersi direttamente verso la porta. Questa considerazione può portare gli allenatori a indirizzare la squadra avversaria in tale zona (e non esternamente) per portare un eventuale pressing collettivo. E questa è già una scelta tattica importante: si tratta di invogliare verso il centro del campo gli oppositori con opportuni posizionamenti e… aggredire.

L’articolo completo su IL NUOVO CALCIO di marzo in edicola o in abbonamento

Articoli correlati

Ball Mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. Sullo scorso numero, all’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Professione match analyst

Quello del match analyst è un “mestiere” in forte ascesa e che richiede COMPETENZE TRASVERSALI. Per questo motivo, abbiamo pensato ad alcuni articoli curati da un professionista come Filippo Lorenzon, che presenteranno i compiti e le conoscenze indispensabili del ruolo, oltre ad analizzare l’organizzazione tattica dei club europei e italiani più importanti.