Che sia un Buon Anno!

Che sia un Buon Anno!

A dicembre, in un nostro speciale, abbiamo dato diverse indicazioni su come gestire la sosta invernale, che per qualcuno di voi è ancora – per poco – “in essere”. Sosta che in realtà, per la maggior parte delle squadre, è breve e non deve essere vissuta come una “seconda preparazione”. Infatti, non manca molto alla prima gara di campionato. E bisogna ripartire ancora con più entusiasmo per un girone di ritorno sicuramente decisivo. Per questo motivo vi abbiamo preparato un numero in cui chiunque può trovare qualcosa di utile a perfezionare alcuni particolari che potrebbero risultare vincenti a lungo andare.

Infatti, per chi si occupa di prime squadre abbiamo sviluppato temi quali le rimesse laterali, i falsi terzini e la difesa su palla esterna. Dal punto di vista fisico sicuramente farà al caso vostro l’articolo su come migliorare la forza in modo funzionale nei dilettanti.

Per il settore giovanile, oltre a due scritti di metodologia sull’importanza di allenare in modo complementare tecnica e tattica (attraverso il gioco), vi segnalo il nostro approfondimento sui Pulcini, categoria che vede un altissimo numero di partecipanti, ma anche un elevato abbandono precoce soprattutto se l’allenatore non ha le giuste competenze. E in particolar modo se mancano gioia e divertimento per i bambini. Quindi, siamo partiti evidenziando la situazione fisica e psicologica dei piccoli giocatori con l’intervento della psicologa Paola Regnani, proseguito con la scansione degli obiettivi e del metodo a cura di Vito Garzione, per chiudere con una serie di proposte pratiche.

Un’anticipazione a tal proposito: stiamo preparando per febbraio uno speciale giovani in cui abbiamo coinvolto tutti gli autori dei nostri Indispensabili legati al vivaio. Saranno circa 40 pagine da non perdere. Completano questo numero che apre il 28esimo anno della nostra rivista le interviste a Francesco Ghirelli, neo-presidente della LegaPro, all’allenatore della prima “seconda” squadra in Italia, Mauro Zironelli, tecnico della Juventus under 23, e a Stefano Carobbi, mister della Florentia, neopromossa in Serie A femminile.

Un’informazione di servizio prima di salutarvi: il 15 gennaio si aprono le iscrizioni al quarto convegno di Scienza&Sport dal titolo “L’allenamento metabolico nel calcio. Dalla corsa continua agli SSG”, che si terrà sabato 16 marzo a Milano (tutto ciò che c’è da sapere a pagina 12).

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Allenate la percezione

Perché è importante andare oltre al “giocatore pensante”. La percezione delle informazioni, la lettura corretta di queste e l’attuazione di comportamenti efficaci e funzionali al contesto di gioco Sovente l’obiettivo dichiarato da numerosi allenatori e responsabili di settore giovanile è quello di formare “giocatori pensanti”. Se ogni calciatore, però, durante una partita dovesse pensare all’azione […]

Tutto sulla marcatura

Una capacità, talvolta trascurata nel settore giovanile, che va assolutamente allenata. Le proposte pratiche, il duello e il marcamento di un calciatore senza palla. È ormai ben chiaro che le abilità tecniche non siano l’unica componente che determina la prestazione del calciatore. Al fianco di calciatori come Neymar, Coutinho, Messi e Ronaldo, per citare alcuni […]

Il gioco è il miglior maestro

Perché insegnare i princìpi di gioco in luogo di schemi ripetitivi coi giovani. L’importanza di saper scegliere. Mi è capitato recentemente di ascoltare un noto allenatore affermare che i ragazzi fino a 16 anni non devono fare tattica, ma soltanto tecnica; un altro sosteneva che alcuni mister di settore giovanile dovrebbero essere allontanati dal campo […]