Gli esordienti e i rondos: sì o no?

Gli esordienti e i rondos: sì o no?

Gli approfondimenti de’ Il Nuovo Calcio
È opportuno dare delle “regole” o “obiettivi” ai giovani giocatori: ricerca del filtrante tra i due giocatori, copertura dei centrali…

I rondos sono un mezzo di allenamento che ormai ritroviamo spesso anche sui nostri campi. Venuti alla ribalta grazie alla dif
fusione della periodizzazione tattica di stampo spagnolo, per certi versi assomigliano ai “torelli nostrani”, diversificandosi per le finalità che perseguono e per una disposizione prestabilita da parte dei giocatori, utile ad avvicinarsi a ciò che potrebbe avvenire in gara.

Possono essere svolti coi giocatori in movimento, fermi sul posto o che effettuano interscambi. Per chi volesse approfondire, consigliamo il libro di Paolo Gatti e Luciano Vulcano della collana Gli Indispensabili “La Periodizzazione tattica”. Ma quello che ci chiediamo è se possono essere utili anche nell’attività di base, in particolar modo con gli Esordienti, categoria oggetto del nostro approfondimento. In linea generale assolutamente sì, perché – se ben costruiti e modulati per quanto riguarda il tempo (sia quello totale sia quello in cui si devono invertire i compiti) – possono rappresentare piccole “porzioni” di partita e allenare in forma situazionale alcuni gesti tecnici. E questo aiuta sicuramente i giocatori. Infatti, si sollecitano la presa di decisione, la lettura della situazione e alcuni gesti come ricezione e trasmissione. È chiaro che devono essere funzionali a quello che può essere l’obiettivo dell’allenamento. Ad esempio, se si intende sollecitare nella sessione passaggio e stop, il rondos è meglio che non sia “libero”, ma obbligato a 2 tocchi (e neanche di “prima”).

Scopri di più sul numero di ottobre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Così sono i bambini

Le caratteristiche dei Pulcini, le attenzioni che deve avere l’istruttore nel rapporto con loro e quale comunicazione è più efficace. Prima di addentrarci nel mondo dei Pulcini, è importante ricordare che l’organismo umano, se soggetto a determinate sollecitazioni fisiche prodotte dall’esterno, tende a interiorizzare lo stimolo, creando specifici presupposti di adattabilità. Questo indica come il […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]