PROPOSTE PER L’ALTA INTENSITÀ

PROPOSTE PER L’ALTA INTENSITÀ

Le motivazioni per allenare l’alta intensità e alcune esercitazioni pratiche per perseguire al meglio questo obiettivo.

La maggior parte delle ricerche recenti (Baker, 2015; Buchheit, 2008; Dupont, 2002) è ormai focalizzata sul miglioramento della potenza aerobica. In questi studi viene messo in evidenza il fatto che, per migliorare quest’ultima, o meglio, la VAM (velocità aerobica massimale), il fattore critico sembra il tempo trascorso al di sopra del 100% della VAM stessa. Inoltre, è stato accertato che eseguire un ridotto numero di brevi intervalli al di sopra del 100% della VAM (intervalli di 15-30’’ seguiti da altrettanti di recupero passivo per un totale di 5-10’) sia più efficace, a livello di rendimento, rispetto a un allenamento sulle lunghe distanze (lungo lento). In particolare, a confronto di altre velocità (quelle al 90, 100, 140% della VAM) pare che l’intensità al 120% della velocità aerobica massimale permetta il più alto livello di training impulse (“volume x intensità”).

Poiché gran parte dell’allenamento tattico è svolto nella parte inferiore dello spettro di potenza, il ruolo principale del preparatore atletico deve essere quello di fornire stimoli ad alta intensità per migliorare anche la parte superiore dello spettro.

L’articolo completo su IL NUOVO CALCIO di febbraio in edicola o in abbonamento http://www.storesportivi.it/articoli/37/il_nuovo_calcio.html

Articoli correlati

La costruzione dal portiere

Laterali bassi, centrocampisti sull’esterno La prima impostazione prevede una difesa a 3 elementi. Questi salgono a un segnale prestabilito, coi laterali che si abbassano. Gli spazi intermedi sono liberati dai centrocampisti che si allargano in modo da essere occupati dai due difensori di parte. Il portiere ha quindi due opzioni: cercare i laterali bassi oppure […]

Le attivazioni tecnico-tattiche

Passaggio e smarcamento Questa tipologia di warm-up prevede tre varianti come indicato in figura 1; gli obiettivi sono legati a passaggio, controllo della palla e posture corporee. A sinistra si effettuano delle trasmissioni frontali richiedendo semplicemente lo stop e la giocata per poi correre nella fila opposta. Al centro, invece, i giocatori interni si smarcano […]

La visione globale

Il lavoro secondo princìpi di gioco nel settore giovanile: la sua importanza e come agire al meglio per insegnare ai propri giocatori a osservare il contesto di gioco prima di ricevere palla. Programmare l’attività da svolgere con la propria squadra è una condizione necessaria (ma non sufficiente) per offrire ai propri giocatori una valida e […]

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]