PERIODIZZAZIONE TATTICA L’ATTACCO ORGANIZZATO

PERIODIZZAZIONE TATTICA L’ATTACCO ORGANIZZATO

Si tratta di una sotto-fase del possesso palla in cui la squadra mira a fare gioco in varie zone del campo per ottenere vantaggi in altre. I sotto-princìpi e i sotto sotto-princìpi secondo la periodizzazione tattica.

Il ciclo del gioco è inteso come la continua transizione da attacco a difesa e viceversa. Per costruire un modello di gioco è necessario identificare i quattro momenti fondanti che sono:
– in fase di possesso – sotto-fase di attacco organizzato e sotto-fase di contropiede;
– la transizione negativa;
– in fase di non possesso – sotto-fase di difesa organizzata e sotto-fase di organizzazione difensiva;
– la transizione positiva.

In questo articolo incentreremo la nostra attenzione sulla fase di possesso e in particolar modo sulla sotto-fase di attacco organizzato. Nel prossimo parleremo della transizione negativa.

I concetti della fase offensiva
Per quanto concerne l’organizzazione offensiva nella perio- dizzazione tattica vi sono dei sotto-princìpi da considerare. I sotto-princìpi sono le parti intermedie che sostengono e danno forma alle linee generali del gioco; rappresentano però comportamenti più specifici che permettono di sviluppare più nel dettaglio i concetti del proprio calcio. In riferimento al tema del nostro articolo, parleremo di:

– buon equilibrio di posizione;
– mantenimento della linea difensiva prestabilita a tre o a attirare gli avversari;
– scelta di un gioco diretto;
– utilizzo del concetto di “campo grande” (importanza dell’ampiezza);
– mantenimento dei calciatori interni e dei laterali su differenti linee;
– organizzazione posizionale con triangoli e angoli di passaggio diagonali che permettono una relazione permanente tra i giocatori;
– indirizzamento dell’attacco verso zone favorevoli;
– “attraversamento” dello spazio quando possibile;
– occupazione delle zone privilegiate per la finalizzazione.

Tendenzialmente in fase di possesso, il principio cardine è mantenere la palla ricercando la superiorità numerica e di conseguenza la conclusione; i sotto-princìpi sono legati a fornire costantemente linee di passaggio al possessore e uti1lizzare un gioco palla a terra.

Scopri di più sul numero di gennaio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale.
Per info: serviziolettori@sportivi.it

Articoli correlati

Ball Mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. Sullo scorso numero, all’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi […]

Il Tabata nel calcio

Un metodo di allenamento ad alta intensità che prevede fasi di lavoro di 20’’ alternate ad altre di recupero di 10’’, il tutto per 4’ complessivi. Negli ultimi anni la metodologia dell’allenamento nel calcio ha virato decisamente verso la ricerca di una maggiore intensità. Infatti, in sede di training si richiedono numerose accelerazioni, decelerazioni, insieme […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]