Lo spettacolo continua

Lo spettacolo continua

La stagione è ormai arrivata al termine, il massimo campionato si è concluso con il settimo titolo consecutivo della Juventus, che ha stabilito un record pressoché imbattibile nel breve periodo, se non dai bianconeri stessi. Senza dimenticare la quarta Coppa Italia negli ultimi quattro anni. Complimenti quindi a tutti i giocatori di Allegri e al suo staff, oltre che alla società, anima di tutti questi successi. Complimenti anche al Napoli di Maurizio Sarri, per il gioco spumeggiante e per aver “combattuto” fino a pochi turni dalla fine. E alla Roma di Eusebio Di Francesco per le sorprendenti semifinali di Champions e per la conquista di un posto nella massima competizione europea, traguardi prestigiosi per la società capitolina. A questo punto dobbiamo sperare che nella prossima Serie A anche le rivali storiche dei bianconeri, le due milanesi, siano di nuovo competitive per far tornare il nostro campionato il più bello e avvincente del mondo.

Archiviata la Serie A, tra meno di quindici giorni si parte coi Mondiali e, come ha scritto Giovanni Galli nel suo articolo del nostro speciale, noi non ci saremo! Assisteremo da spettatori, neutrali e distaccati, a quello che, a detta di tutti, è uno tra gli eventi sportivi per eccellenza. Nella speranza che la nostra assenza diventi uno stimolo, un volàno per tutto il movimento, in modo da trovare soluzioni utili per ricominciare a primeggiare nel mondo. E lo sappiamo… noi italiani, quando siamo “con l’acqua alla gola”, ci tiriamo fuori alla grande. A proposito di Mondiale, nelle prossime pagine non perdete curiosità, numeri della manifestazione, analisi delle favorite e il tabellone con tutte le gare.

Giugno non è solo il mese dei Mondiali, ma quello che tutti gli allenatori possono sfruttare, vista l’assenza di partite, per aggiornarsi e per migliorare il proprio sapere. Quale occasione migliore dei nostri Master per ascoltare dal vivo e vedere lavorare sul campo tecnici professionisti nei week end del 23-24 giugno e 30-1 luglio? Quest’anno ci siamo superati: sono oltre 20 i relatori, suddivisi tra chi si occuperà dei giovani e dei bambini e chi delle prime squadre. Tutti nomi altisonanti, con esperienze nei massimi campionati. Tra l’altro, in queste pagine, potete leggere l’intervista a Marco Baroni, che sarà uno dei protagonisti a Coverciano. Li ringrazio tutti di cuore perché sottrarranno del tempo alle loro vacanze per confrontarsi con tutti voi lettori. Affrettatevi a iscrivervi, c’è il numero chiuso e non sono rimasti molti posti. E sempre nell’ottica dell’aggiornamento, attendete con trepidazione il prossimo numero, quello di luglio, dedicato principalmente al precampionato di adulti e giovani dell’attività agonistica.

Articoli correlati

Tra storia e modernità

“Dal lùnedi al vénerdi i xe olandesi. Al sabato i ghe pensa. La domenica, giuro su la mia beltà, tuti indrìo e si salvi chi può”: parole di Nereo Rocco. Le abbiamo riprese, oltre che per l’ironico significato, direi valido tuttora, perché emerge chiaramente come gli “olandesi” sono sempre stati all’avanguardia. Per concetti, idee offensive, […]

La giusta terminologia

Non è un errore di battitura. No, non ci siamo sbagliati. Anche se nel linguaggio da campo siamo soliti sentire giochi e partite a tema, la dicitura esatta è a temi. Sì, perché all’interno di queste diffusissime esercitazioni non c’è mai un solo obiettivo (tema), ma diversi. Ecco il motivo per cui, confrontandoci con i […]

Torniamo a dribblare

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a… Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando […]

Ripartiamo da qualità e cultura

È un orgoglio per la nostra rivista avere nel primo numero del 2022 l’intervista e dedicare la copertina a un personaggio unico, un campionissimo, un uomo di spessore, di valore. Che vive e ha vissuto il calcio a 360° gradi, attraversando periodi diversi, sempre con grande equilibrio, mai sopra le righe: Alessandro Del Piero. La […]