È TEMPO DI.. SERIE A – De Boer non scherza più

È TEMPO DI.. SERIE A – De Boer non scherza più

Juventus e Napoli scavano il primo “solchettino” con le rivali, ma non è questo il tema che abbiamo deciso di trattare.
Dopo l’affare Brozovic, Frank De Boer ha dimostrato che il “politically correct” è morto.

L’allenatore olandese con la sostituzione di Kondogbia al 28’ e le successive dichiarazioni post partita non ha fatto sconti. No, non ci sono più “piccoli stiramenti”, se giochi male o (come nel caso di Brozovic) tieni un comportamento non gradito lo si dice. Pubblicamente. Diciamo la verità, in Italia non eravamo abituati, eravamo abituati a “bere” tante piccole bugie, che prendevamo per vere, anche quando sapevamo non esserlo.

L’arrivo della nuova proprietà cinese e l’avvento dell’allenatore olandese hanno fatto intendere che chi va in campo deve fare ciò che gli è chiesto e, chi momentaneamente non è in cima alle gerarchie, deve lavorare sodo per guadagnarsi la stima dell’allenatore e metterlo in difficoltà al momento di stilare la formazione.

Aveva stupito l’attacco frontale a Brozovic definito “Sovrappeso, con comportamenti rivedibili dopo la pessima partita con l’Hapoel”, ora il dito puntato contro Kondogbia: “Deve fare ciò che gli dico, deve giocare facile, ha fatto di testa sua”, l’accusa dell’allenatore. Il tutto supportato dal coraggio nel lanciare Miangue e nello spedire nella mischia Gnoukouri in un momento di grande difficoltà per la squadra.

Poi la frase che riempie d’orgoglio i tifosi: “Siamo l’Inter certi comportamenti non possono essere tollerati”. Noi aggiungeremmo un “più”, per un monito che suona così: “Non possono più essere tollerati”.

Articoli correlati

Game over?

E adesso? Si blocca tutto o si attende ancora? L’Uefa tergiversa, le federazioni più importanti del Vecchio Continente, con l’Italia in testa, vorrebbero lo stop delle Coppe e un rinvio, inizialmente di qualche giorno dell’Europeo. E il buon senso cosa dice? Che la situazione è grave, anomala, al momento ingovernabile, che previsioni ottimistiche sui tempi […]

Lazio che sorpresa!

La vera rivelazione di questa stagione 2019-20: un gioco spumeggiante, interpreti di qualità e un attaccante che sta segnando con una continuità impressionante. E dietro, un progetto ben orchestrato da Inzaghi, Tare e Lotito.

Juve prima, ma ora che accade?

La Juventus ha vinto 2-0. Lo ha fatto con merito, giocando un secondo tempo migliore di quanto abbia fatto l’Inter, che aveva concluso in crescendo la prima parte di gara. Ora la squadra di Sarri è prima, con un punto in più della Lazio e nove sull’Inter. Fin qui il calcio. Se volete aggiungiamo anche […]