È TEMPO DI…SERIE A – Ciak, si gioca

È TEMPO DI…SERIE A – Ciak, si gioca

Meno di venti giorni e conosceremo il calendario della Serie A, poco più di un mese per quello della B. Quindi saranno presentati i gironi della LegaPro, che fortunatamente è tornata a chiamarsi Serie C.

Il presente, invece, è fatto di calcio mercato e tante promesse, come quella di Monchi, uomo mercato della Roma, che in Trentino ai tifosi giallorossi ha detto: “Ci vediamo al Circo Massimo”, tempio dei festeggiamenti di due scudetti.

Ma è pure il tempo delle ipervalutazioni: 180 milioni per Mbappè (l’Inter pagò Ronaldo 35…), 100 per Verratti (a Barcellona sono scoppiati a ridere) e Belotti (ora che è arrivato Duvan Zapata entro il 31 agosto lascerà Torino), 50 per Berardi e Bernardeschi, 20 per Biglia (che ha più di trent’anni), 30 per il portiere Leno. In attesa di sapere quanto chiederà (l’anno prossimo) la famiglia Pozzo per Seko Fofana (e pure per Jankto), straordinario centrocampista dell’Udinese che sta recuperando dopo un infortunio.

Fortunatamente, però, già da domenica il pallone riprende a rotolare: Chievo-Rappresentativa Locale e Inter-Wattens non sono appuntamenti da circolino rosso, ma fanno comprendere che è già tempo delle prime amichevoli.

Sì, è tempo delle prime partite. Perché il calcio è questo: 90’ minuti nei quali soffrire e sognare.

Articoli correlati

Lazio che sorpresa!

La vera rivelazione di questa stagione 2019-20: un gioco spumeggiante, interpreti di qualità e un attaccante che sta segnando con una continuità impressionante. E dietro, un progetto ben orchestrato da Inzaghi, Tare e Lotito.

Juve prima, ma ora che accade?

La Juventus ha vinto 2-0. Lo ha fatto con merito, giocando un secondo tempo migliore di quanto abbia fatto l’Inter, che aveva concluso in crescendo la prima parte di gara. Ora la squadra di Sarri è prima, con un punto in più della Lazio e nove sull’Inter. Fin qui il calcio. Se volete aggiungiamo anche […]

Juve prima, ottima Lazio, Inter poco affamata

La Juventus torna prima, ma la novità è la Lazio seconda. Se per la squadra di Sarri è stato tutto abbastanza semplice (il Brescia ultimamente ha raccolto pochissimo…); Simone Inzaghi battendo l’Inter non solo diventa il primo incomodo per la Juve, ma si mette alle spalle un avversario più che temibile. In vantaggio alla fine […]