Coppa Italia, attenti alla figuraccia

Coppa Italia, attenti alla figuraccia

Da sempre, almeno fino alle semifinali, la Coppa Italia, non è il trofeo più sentito, ma perdere dovrebbe infastidire tutti. Così, il quarto turno che inizia oggi, nel quale è probabile vengano schierati giocatori che in campionato sono meno utilizzati, non è banale.

Proprio così, perché giocare vuol dire potersi mettere in mostra, insinuare un tarlo nella testa dell’allenatore, soprattutto se la propria squadra in campionato non ha un rendimento straordinario. Quindi, vorremmo vedere otto belle partite, nelle quali si pensi più a fare gol che a non prenderlo, magari che si giochi a buona intensità e che non si attenda il 60’ per fare la partita.

Leggendo gli accoppiamenti, poi c’è chi non può perdere (il Toro contro il Sud Titol e il Sassuolo con il Catania) perché un risultato negativo con una squadra di C innescherebbe polemiche che andrebbero a riflettersi sul successivo turno di campionato, ma anche il Bologna tremolante di inizio stagione non può certamente permettersi una figuraccia contro il Crotone, vera delusione della B. Ma anche Juric, a rischio esonero, non può permettersi una figuraccia in un derby ligure nel quale la quasi totalità dei tifosi dell’Entella non saprà da che parte stare.

E ancora: Benevento e Cittadella si giocano la possibilità di andare a “San Siro” perché diciamo la verità, una partita in quello stadio è il sogno di ogni ragazzino, non importa se l’avversario si chiami Inter (come sarà) oppure sia il Milan. Una tra Novara e Pisa, invece, sarà all’Olimpico, che per via della pista ha meno fascino dello stadio di Milano, ma è sempre un tempio del calcio.

Tre giorni, otto partite. Verrebbe da dire, attenti alle figuracce che in Coppa Italia sono sempre in agguato.

Articoli correlati

Torniamo a dribblare

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a… Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando […]

Accade a novembre

Italia-Svizzera del prossimo 12 novembre non sarà decisiva, ma… ci giochiamo molto. Sarà una sorta di dentro-fuori per evitare la noiosa appendice dei play-off. Un’appendice che nasconde sempre delle insidie, lo sappiamo bene. Certamente, a Roma partiamo da favoriti, inutile negarlo. Veniamo dalla vittoria dell’Europeo, dalle convincenti prestazioni della Nations League, scendiamo in campo all’Olimpico, […]

Il calcio di tutti

La Champions è ormai entrata nel vivo e a questa manifestazione abbiamo pensato di dedicare la copertina. I primi due turni dei gironi sono stati disputati, in questo mese di ottobre vi sarà il classico giro di boa che chiarirà alquanto le gerarchie. Certo, l’ultima squadra che ha conquistato la manifestazione “a sorpresa” è stato […]

Orgogliosi di essere italiani

Ecco in anteprima l’editoriale del direttore Ferretto Ferretti pubblicato sul prossimo numero de Il Nuovo Calcio, in edicola e online a partire dai primi giorni di settembre. La Serie A è ripartita da poco e a lei abbiamo dedicato la nostra copertina. Una copertina insolita, non la classica foto, ma le “caricature” dei 20 allenatori […]