Europei 2024, Italia tocca a te: notti magiche nel segno di una “Partita Perfetta”

Europei 2024, Italia tocca a te: notti magiche nel segno di una “Partita Perfetta”

Notti magiche, a voi la scena. Gli Europei 2024 ha preso il via e lo ha fatto con la partita inaugurale Germania – Scozia in cui i padroni di casa hanno letteralmente travolto i rivali con un rotondissimo 5-1. Oggi, però, sabato 15 giugno, toccherà agli azzurri di Spalletti scendere in campo.

Si potrebbero dire tante cose su questi Europei 2024 e su questa Italia, dalle convocazioni ai moduli, delle “regole” del ct agli acciacchi soprattutto in mezzo al campo, ma ancor di più forse, si potrebbe ricordare quel gruppo di tre anni fa che nonostante le iniziali basse quote dei bookmaker, mise agli atti un’autentica impresa.

Oggi, e già da tempo, i social ed i giornali si riempiono di tante cose, di aspettative, speranze, di idee, critiche, anche di meme, ma ancor di più recitano i sogni di un popolo che sotto sotto a quel bis un po’ ci crede. Lo fa con gli amuleti, i riti, con le supposizioni, con gli occhi aperti e senza paura, lo fa risvegliando il bambino che ha dentro, tricolore in alto e azzurro sul petto, il resto verrà da sé.

Ma cosa serve per battere, nell’ordine, Albania, Spagna e Croazia? È semplice, serve “La Partita Perfetta”, under 17 docet.
A ribadirlo è anche la penna di Enrico Currò, giornalista di Repubblica, che proprio pochi giorni fa ha virtualmente consegnato a Spalletti l’obiettivo tattico unico di questa spedizione, ovvero mettere in moto lo sviluppo di un gioco moderno. Lo stesso Spalletti non si è tirato indietro nel momento in cui si è ritrovato una penna tra le mani per dare voce al suo pensiero da incastonare perfettamente nella prefazione del libro di Maurizio Viscidi, La Partita Perfetta.

(estratto della perfezione La Partita Perfetta di Maurizio Viscidi)

Fin dalle prime righe si capisce che questo libro è un prezioso contributo di Maurizio Viscidi alla conoscenza pratica del calcio moderno. “La Partita Perfetta” non espone teorie fini a se stesse ma abbina chiare analisi concettuali a proposte concrete, utili a tutti i tecnici che vogliono aprirsi alla più moderna interpretazione del calcio. Mi riferisco a quelle proposte e al relativo lavoro in allenamento, finalizzate non solo al risultato della gara ma anche ai modi con cui si ottiene e allo spettacolo che può generare. Sono idee che condivido, nelle quali riconosco in parte il mio lavoro e quello delle migliori squadre italiane e internazionali”.
Si dice che nel calcio non s’inventa nulla, in parte è vero, ma come tutte le realtà naturali e sociali, anche il nostro sport evolve e quindi cambia, si trasforma. La nuova tendenza che utilizza in modo versatile i giocatori, cercando soluzioni che alzano le richieste cognitive e partecipative, non limita la fantasia e la spontaneità, è invece un modo per valorizzare gli interpreti in una dimensione capace di anticipare e interpretare soluzioni sempre più intense, articolate, complesse“.

La Partita Perfetta è un libro adatto a tutti i tecnici che vogliono fare qualche passo “pensante” in avanti. A loro auguro di realizzare tante…partite perfette, ma non dimenticate che il cuore, l’umiltà, il coraggio, la serietà, la disciplina nel lavoro e i valori condivisi in squadra sono il fondamento di tutto.

Ecco, è tutto racchiuso qui. “Viel Glück” Italia, buona fortuna ct.

CONSULTA QUI LA PREVIEW GRATUITTA DEL LIBRO “LA PARTITA PERFETTA”

ACCEDI QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO DI MAURIZIO VISCIDI

Foto Imago

Articoli correlati

Italia campione d’Europa

L’Italia vince la finale di Euro 2020 a Wembley, imponendosi 4-3 ai rigori sull’Inghilterra. Un risultato storico per gli azzurri che dopo 53 anni riportano a casa la coppa.

Euro 2020: Italia con Svizzera, Galles e Turchia

Per la prima fase di Euro 2020, la Nazionale ha trovato nell’urna del sorteggio di Bucarest: Galles, Turchia e Svizzera. Meglio di quanto non sia capitato alla Germania, che nel suo girone si è ritrovata Francia e Portogallo. Giocheremo il 12 giugno alle 21 contro la Turchia (questa sarà pure la gara inaugurale della manifestazione), […]

Italia da record

L’Armenia non sarà la squadra più forte del mondo, ma nove gol bisogna comunque segnarli. Come Bosnia, Grecia, Finlandia e Liechtenstein, che non saranno l’élite del calcio: ma per fare percorso netto nel girone, dieci vittorie in altrettante partite, andavano battute. E così è stato. Il patrimonio che ci lasciano le qualificazioni europee, comunque va […]