La mobilità e l’attivazione dell’anca

La mobilità e l’attivazione dell’anca

Speciale precampionato
Diverse proposte pratiche per attivare questa parte del corpo, fondamentale in quanto coinvolta in tutti i principali movimenti tipici del calcio. I consigli e le attenzioni da avere.

In un piano di allenamento ben strutturato il preparatore atletico dovrebbe sempre valutare la capacità dei propri calciatori di saper dissociare i movimenti a livello della cerniera “lombo-anca” (hip hinge). Del resto, questa complessa articolazione è coinvolta in tutte le principali azioni, sia in quelle compiute sagittalmente (cammino o corsa lineare) sia in quelle multi-planari (cambi di direzione, rotazioni, torsioni…). Uno squilibrio nella flessione o nell’estensione dei muscoli dell’anca può causare compensazione a carico della colonna lombare o dei muscoli ischiocrurali, portando, come conseguenza, un sovraccarico delle zone interessate. Buona parte degli atleti che lamentano dolore alla “bassa schiena” o che hanno avuto in passato diverse lesioni muscolari agli hamstring, sicuramente possiedono una scarsa meccanica della zona lombo-pelvica. Infatti, la perdita di funzione dell’anca influenza le articolazioni limitrofe, come la colonna lombare.

Le proposte pratiche

attivazioneglutei


– Attivazione dei glutei
Dalla posizione supina, con la punta dei piedi sollevata, chiedere al soggetto di sollevare lentamente il bacino, “striz- zando” i glutei nella fase di risalita. Questo esercizio è propedeutico all’apprendimento della dissociazione dell’attività delle anche da quella dei flessori; infatti, se svolgendo tale proposta il soggetto sente la comparsa di crampi o spasmi a livello degli ischiocrurarali, significa che durante la fase di risalita sta attivando in maniera maggiore i flessori e non i glutei (foto 1 e 2). Eseguire per ogni step 3-4 serie x 10 ripe- tizioni.
Variante/progressione 1: eseguire lo stesso esercizio con un elastico posto sopra le ginocchia. Variante/progressione 2: svolgere lo stesso esercizio partendo con le spalle sopra una panca e il bacino a terra in una posizione simile a una “V”.

– Attivazione dei glutei e dei rotatori dell’anca
– Hip hinge con bastone
– Dead lift con la quadra bar
– Hip hinge con medicine ball
– Reaching single leg straight dead lift
– Single leg straight dead lift con kettlebell

Scopri di più sul numero di luglio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Articoli correlati

Il Tabata nel calcio

Un metodo di allenamento ad alta intensità che prevede fasi di lavoro di 20’’ alternate ad altre di recupero di 10’’, il tutto per 4’ complessivi. Negli ultimi anni la metodologia dell’allenamento nel calcio ha virato decisamente verso la ricerca di una maggiore intensità. Infatti, in sede di training si richiedono numerose accelerazioni, decelerazioni, insieme […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

La mobilità coxo-femorale

Le esercitazioni per incrementare l’escursione articolare di questo distretto importante per il calciatore. Nell’esaminare le variabili che possono determinare la prestazione sportiva, la mobilità dell’apparato motorio, e in particolare la mobilità del distretto coxo-femorale, è una di quelle determinanti per il calciatore. Infatti, possedere una buona mobilità delle anche risulta importante perché, oltre alla flessibilità […]