OTTOBRE-NOVEMBRE COSA FARE

OTTOBRE-NOVEMBRE COSA FARE

. Come agire coi giovani dal punto di vista fisico nel periodo che segue la cosiddetta preparazione. Proposte pratiche.

I campionati giovanili e degli adulti sono ormai entrati nel vivo. Per questo motivo, abbiamo pensato di proporre, in questo articolo, alcuni mezzi e metodi che possano essere utili nel prosieguo dell’attività, sia dal punto di vista tecnico-tattico sia condizionale, in particolar modo per chi agisce nel vivaio. Naturalmente, il precampionato è una fase molto delicata per vari motivi e solitamente i punti cardine cui fare riferimento sono:

• il riadattamento dopo il periodo di transizione;
• il recupero delle impedenze biomeccaniche riscontrate durante l’ultima fase di campionato precedente;
• il recupero dello stato di fitness;
• la riatletizzazione agonistica.

Talvolta, infatti, si inizia la nuova annata dando per scontato che i nostri atleti abbiano completa- mente recuperato dalle “scorie” biomeccaniche, cognitive, fisiologiche e nervose della stagione conclusa. Questo porta a sottovalutare tutte le problematiche che si possono riscontrare nel precampionato, un momento che – quando ci si riferisce alle prime squadre – dura solitamene 5 settimane. E, quindi, c’è idealmente il tempo per i corretti comportamenti. In un settore versi mesocicli. Bisogna pertanto ragionare per priorità didattiche e metodologiche, puntando soprattutto sulla progressività del carico (volume-intensità). Facciamo un passo indietro, però; all’inizio della stagione è utile partire da alcuni test introduttivi: calcolo del Body Mass Index; controllo medico (ipo-mobilità articolare e ipo-flessibilità muscolare); scompensi posturali (dovuti a infortuni pregressi); scelta dei mezzi e dei metodi di lavoro.

L’articolo completo su IL NUOVO CALCIO di ottobre in edicola o in abbonamento

Articoli correlati

Allenate la percezione

Perché è importante andare oltre al “giocatore pensante”. La percezione delle informazioni, la lettura corretta di queste e l’attuazione di comportamenti efficaci e funzionali al contesto di gioco Sovente l’obiettivo dichiarato da numerosi allenatori e responsabili di settore giovanile è quello di formare “giocatori pensanti”. Se ogni calciatore, però, durante una partita dovesse pensare all’azione […]

Tutto sulla marcatura

Una capacità, talvolta trascurata nel settore giovanile, che va assolutamente allenata. Le proposte pratiche, il duello e il marcamento di un calciatore senza palla. È ormai ben chiaro che le abilità tecniche non siano l’unica componente che determina la prestazione del calciatore. Al fianco di calciatori come Neymar, Coutinho, Messi e Ronaldo, per citare alcuni […]

Il gioco è il miglior maestro

Perché insegnare i princìpi di gioco in luogo di schemi ripetitivi coi giovani. L’importanza di saper scegliere. Mi è capitato recentemente di ascoltare un noto allenatore affermare che i ragazzi fino a 16 anni non devono fare tattica, ma soltanto tecnica; un altro sosteneva che alcuni mister di settore giovanile dovrebbero essere allontanati dal campo […]

Diamo del tu alla palla

Il dominio del pallone è uno degli obiettivi che qualsiasi allenatore deve avere coi bambini più piccoli.Le proposte di base. A Dortmund deve esserci qualcosa di particolare nell’aria, magari nel cibo o forse sono semplicemente fortunati a estrarre continuamente il numero vincente della lotteria. Sven Misliant – da poco accasatosi a Londra, sponda Arsenal – […]