1>1 e impostazione dalla difesa: cosa scegliere

1>1 e impostazione dalla difesa: cosa scegliere

Tattica
Una doppia analisi sui benefici delle partenze del gioco dai difensori centrali e dell’esecuzione di duelli 1>1, fatta su 21 partite della massima serie italiana. Cosa è emerso dallo studio dei numeri.

Oggi nelle scuole calcio, ma anche nei programmi televisivi si parla in continuazione di tiki-taka: è sulla bocca di tutti, ma cosa significa realmente? L’espressione tiki-taka è stata coniata e resa popolare dal giornalista spagnolo Andrés Montes, che descrisse in questo modo il calcio praticato dalla nazionale spagnola di Luis Aragones: “Estamos tocando tiki-taka tiki-taka”. L’origine della frase è probabilmente di natura onomatopeica, perché la locuzione riproduce il suono del pallone passato velocemente e a breve distanza tra i giocatori. Tale stile di gioco fu adottato abitualmente dall’ex-allenatore del Barcellona Josep Guardiola (ora al Manchester City, dopo l’esperienza al Bayern Monaco), che, grazie a giocatori fisicamente brevilinei e molto tecnici come Xavi, Iniesta, Fabregas, Pedro e… Messi, riusciva a mantenere a lungo il possesso del pallone con l’intento di monopolizzare il gioco e poi ripartire quando l’avversario si stancava di correre e di pressare, commettendo di conseguenza qualche errore di troppo. Nel tiki-taka l’aspetto fisico e agonistico del calcio viene ridimensionato, determinando un’inversione di tendenza rispetto alle mode del passato: il catenaccio italiano e il “calcio all’inglese” basato su lotta, palla lunga e contrasti. Il tiki-taka consente di difendersi semplicemente tenendo palla, obbligando l’altra squadra a correre a vuoto per tentare di conquistare il pallone.

Scopri di più sul numero di agosto: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Articoli correlati

Ball mastery, il dominio della palla

Quanto conta per un giocatore avere una padronanza assoluta nella gestione del pallone. La tecnica di ball mastery e le strutture da utilizzare. All’interno dello speciale “Settore Giovanile” avevo iniziato a trattare l’argomento relativo al “dominio” del pallone nell’articolo “Diamo del ‘tu’ alla palla”. La maestria nel gestire l’attrezzo, infatti, a qualsiasi livello, deve essere […]

Una preparazione precampionato su misura

L’importanza di organizzare il proprio piano operativo per la preparazione precampionato considerando il numero di allenamenti, gli obiettivi e… il carico. Tutto ciò che dovete sapere. Il periodo della preparazione precampionato è molto delicato e affidarsi solo a guide uguali per tutti non sempre è la scelta giusta. Infatti, schemi e tabelle che “vanno bene […]

Preparazione precampionato: la nostra proposta

Due piani di lavoro di 10 e 15 giorni con gli obiettivi da perseguire e le esercitazioni consigliate per ogni finalità. I presupposti operativi di ogni programma, costruiti per le squadre dilettanti al fine di approcciare al meglio questa delicata fase della stagione. Una preparazione precampionato per 10 giorni Una preparazione precampionato per 15 giorni […]

Torniamo a dribblare

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a… Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando […]