Speciale Master Settore Giovanile – PERCHÉ LAVORARE PER PRINCIPI

Speciale Master Settore Giovanile – PERCHÉ LAVORARE PER PRINCIPI

Il saluto del nostro direttore Ferretto Ferretti ai 150 partecipanti dà il via al Master Settori Giovanili. Matteo Cioffi introduce il tema della due giorni di aggiornamento e indica l’importanza dell’allenamento per princìpi.

Apre i lavori della 19ª edizione del nostro Master, per il secondo anno consecutivo nel tempio del calcio a Coverciano, Ferretto Ferretti, il direttore della rivista. Prima di presentare gli 11 esperti che interverranno per approfondire il tema deciso “Allenare per princìpi dagli Allievi ai Pulcini”, Ferretti pone l’accento sull’importante interesse riscontrato dalla nostra iniziativa e sul numero di relatori che sono stati coinvolti in questa due giorni. Infatti… «L’obiettivo che ci siamo dati è quello di entrare nei dettagli, nei particolari dell’evoluzione delle metodologie di allenamento per il settore giovanile, consapevoli che il calcio è in continuo divenire ed è dovere dell’allenatore moderno quello di “stare sempre sul pezzo” in termini di conoscenze e applicazioni pratiche.» Saluta e ringrazia quindi i 150 partecipanti, giunti da tutta Italia e tutti coloro che lavorano dietro le quinte, la cosiddetta squadra invisibile, che si adopera per la buona riuscita dell’evento. Passa subito la palla a Matteo Cioffi, tecnico degli Allievi della Fiorentina, che spiega i presupposti operativi dell’allenamento per princìpi. Infatti, l’allenatore della Viola è stato uno dei relatori dell’edizione 2016 e l’argomento trattato ha destato particolare attenzione ed è di estrema attualità.

Scopri di più sul numero di agosto: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

Articoli correlati

Allenate la percezione

Perché è importante andare oltre al “giocatore pensante”. La percezione delle informazioni, la lettura corretta di queste e l’attuazione di comportamenti efficaci e funzionali al contesto di gioco Sovente l’obiettivo dichiarato da numerosi allenatori e responsabili di settore giovanile è quello di formare “giocatori pensanti”. Se ogni calciatore, però, durante una partita dovesse pensare all’azione […]

Tutto sulla marcatura

Una capacità, talvolta trascurata nel settore giovanile, che va assolutamente allenata. Le proposte pratiche, il duello e il marcamento di un calciatore senza palla. È ormai ben chiaro che le abilità tecniche non siano l’unica componente che determina la prestazione del calciatore. Al fianco di calciatori come Neymar, Coutinho, Messi e Ronaldo, per citare alcuni […]

Il gioco è il miglior maestro

Perché insegnare i princìpi di gioco in luogo di schemi ripetitivi coi giovani. L’importanza di saper scegliere. Mi è capitato recentemente di ascoltare un noto allenatore affermare che i ragazzi fino a 16 anni non devono fare tattica, ma soltanto tecnica; un altro sosteneva che alcuni mister di settore giovanile dovrebbero essere allontanati dal campo […]

Diamo del tu alla palla

Il dominio del pallone è uno degli obiettivi che qualsiasi allenatore deve avere coi bambini più piccoli.Le proposte di base. A Dortmund deve esserci qualcosa di particolare nell’aria, magari nel cibo o forse sono semplicemente fortunati a estrarre continuamente il numero vincente della lotteria. Sven Misliant – da poco accasatosi a Londra, sponda Arsenal – […]