Il calcio di tutti

Il calcio di tutti

La Champions è ormai entrata nel vivo e a questa manifestazione abbiamo pensato di dedicare la copertina. I primi due turni dei gironi sono stati disputati, in questo mese di ottobre vi sarà il classico giro di boa che chiarirà alquanto le gerarchie. Certo, l’ultima squadra che ha conquistato la manifestazione “a sorpresa” è stato il Porto di Mourinho nel 2003-04, ma il panorama attuale – come ci dice Carlo Pizzigoni nel suo articolo d’apertura – vede interessanti realtà che propongono un calcio di qualità, con giovani di prospettiva. Squadre che possono dire la loro e, perché no, sorprendere.

Per quanto riguarda le italiane in Champions è tornato il Milan dopo 10 anni, Atalanta e Inter possono puntare alla seconda fase, mentre la Juventus ha richiamato Massimiliano Allegri con cui ha raggiunto due finali per ben figurare e… tentare di percorrere la strada verso San Pietroburgo, alla Gazprom Arena, teatro dell’ultimo atto. E nella nostra nuova rubrica “In viaggio con la Champions” vi racconteremo la storia di questo stadio, della città con indicazioni per chi volesse visitarli (ci terrà compagnia ogni mese con itinerari sempre differenti).

A ottobre poi sono ricominciati anche tutti i campionati dilettantistici giovanili, dai “raggruppamenti” dei Piccoli Amici alle partite già più “vere” di Allievi e Giovanissimi, tornei che per due anni sono andati avanti a singhiozzo. Per tutti gli allenatori di queste fasce d’età, vi sono numerosi contenuti per rimanere aggiornati e lavorare al meglio coi ragazzi. Non solo: ai giovani portieri abbiamo dedicato 10 pagine per approfondire vari aspetti dello specifico intervento. Tra l’altro, abbiamo in preparazione un libro a cura di Gaetano Petrelli e Pasquale Pastore sulla “tattica” dell’estremo difensore.

Per quanto riguarda gli adulti, oltre alla parte fisica incentrata sull’allenamento della velocità in situazione e sull’efficacia delle esercitazioni monitorate coi GPS, abbiamo scelto tre articoli di diversa fattura: uno “innovativo” da parte di Andrea Sassarini, uno pratico, da campo, del duo Barzaghi-Garzione che parla del centrocampo a tre, uno su cui riflettere e lavorare, di Biagio De Domenico, su come allenare l’imprevedibilità.

Concludo con le due interviste che abbiamo realizzato a dei tecnici che, partiti dai giovani, hanno raggiunto importanti categorie professionistiche: Patrizia Panico, neo coach della Fiorentina femminile, e soprattutto Pep Clotet, oggi alla SPAL, ma con un passato da mister nelle cantere spagnole, da “secondo” in giro per l’Europa (Svezia, Norvegia e Inghilterra), prima di arrivare nel nostro Bel Paese. Insomma, un Nuovo Calcio per tutti.

Articoli correlati

Tra storia e modernità

“Dal lùnedi al vénerdi i xe olandesi. Al sabato i ghe pensa. La domenica, giuro su la mia beltà, tuti indrìo e si salvi chi può”: parole di Nereo Rocco. Le abbiamo riprese, oltre che per l’ironico significato, direi valido tuttora, perché emerge chiaramente come gli “olandesi” sono sempre stati all’avanguardia. Per concetti, idee offensive, […]

La giusta terminologia

Non è un errore di battitura. No, non ci siamo sbagliati. Anche se nel linguaggio da campo siamo soliti sentire giochi e partite a tema, la dicitura esatta è a temi. Sì, perché all’interno di queste diffusissime esercitazioni non c’è mai un solo obiettivo (tema), ma diversi. Ecco il motivo per cui, confrontandoci con i […]

Torniamo a dribblare

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a… Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando […]

Ripartiamo da qualità e cultura

È un orgoglio per la nostra rivista avere nel primo numero del 2022 l’intervista e dedicare la copertina a un personaggio unico, un campionissimo, un uomo di spessore, di valore. Che vive e ha vissuto il calcio a 360° gradi, attraversando periodi diversi, sempre con grande equilibrio, mai sopra le righe: Alessandro Del Piero. La […]