L’insegnamento di Andreazzoli

L’insegnamento di Andreazzoli

Quando l’anno scorso giunse sulla panchina dell’Empoli portò in breve una ventata di aria nuova. La sua squadra non giocava sulla “seconda palla”, non buttava il pallone; no faceva altro.

Andreazzoli vinse la B con cinque o sei giornate di anticipo, ma come sarebbe finita era chiaro a tutti da un pezzo, giocando palla a terra e convincendo la squadra che quella sarebbe stata la via del successo. In un’intervista ammise di aver chiesto allo spogliatoio se si voleva perseguire quel progetto perché ci si sarebbe divertiti. Chiedere a Caputo, Donnarumma e Zajc, ad esempio.

E, sembrerà strano: l’Empoli, anche in A, fino oggi ha giocato un ottimo calcio, purtroppo avaro di punti. Perché il 5-1 di Napoli è un po’ bugiardo, largo per la combriccola di Ancelotti che domani sarà chiamata a un test non da poco in Champions con il PSG.

Il presidente Corsi ha scelto la via dell’esonero, ma siamo sicuri lo abbia fatto con profondo dolore: così belli, in Serie A, si retrocede. Perché l’Idea dell’allenatore c’era. E c’era l’abnegazione dei ragazzi nel seguire il loro allenatore. Purtroppo, mancava un po’ di cattiveria, che magari vedremo da domenica con la difesa a 3, tanta densità al centro e le punte (magari) lasciate al loro destino.

Peccato perché l’Idea che aveva vinto la B, avrebbe meritato di salvarsi in A.

Articoli correlati

Torniamo a dribblare

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a… Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando […]

Accade a novembre

Italia-Svizzera del prossimo 12 novembre non sarà decisiva, ma… ci giochiamo molto. Sarà una sorta di dentro-fuori per evitare la noiosa appendice dei play-off. Un’appendice che nasconde sempre delle insidie, lo sappiamo bene. Certamente, a Roma partiamo da favoriti, inutile negarlo. Veniamo dalla vittoria dell’Europeo, dalle convincenti prestazioni della Nations League, scendiamo in campo all’Olimpico, […]

Il calcio di tutti

La Champions è ormai entrata nel vivo e a questa manifestazione abbiamo pensato di dedicare la copertina. I primi due turni dei gironi sono stati disputati, in questo mese di ottobre vi sarà il classico giro di boa che chiarirà alquanto le gerarchie. Certo, l’ultima squadra che ha conquistato la manifestazione “a sorpresa” è stato […]

Orgogliosi di essere italiani

Ecco in anteprima l’editoriale del direttore Ferretto Ferretti pubblicato sul prossimo numero de Il Nuovo Calcio, in edicola e online a partire dai primi giorni di settembre. La Serie A è ripartita da poco e a lei abbiamo dedicato la nostra copertina. Una copertina insolita, non la classica foto, ma le “caricature” dei 20 allenatori […]