Speciale Master Settore Giovanile – SAPER CAMBIARE STRATEGIA IN GARA

Speciale Master Settore Giovanile – SAPER CAMBIARE STRATEGIA IN GARA

In che modo può comportarsi l’allenatore per insegnare a “leggere” correttamente tutte le situazioni che si presentano durante un incontro ai propri calciatori? Questo il punto di partenza della relazione di Enrico Battisti al nostro Master.

Essere capaci di riconoscere una situazione durante una partita, adeguare il proprio atteggiamento “tattico” in base a questa e agire opportunamente per ottenere un vantaggio e risolvere il problema a proprio favore, è una capacità assai complessa, che rarissime volte si riscontra in match che vedono impegnati giovani calciatori. Questo aspetto è fondamentale per giocare a calcio in modo efficace. I ragazzi, invece, troppo spesso si dimostrano impreparati per affrontare i problemi “cognitivi” che emergono durante un incontro. Il loro atteggiamento di fronte alle situazioni che si vengono a creare è di frequente scontato e prevedibile, tendente solo a riprodurre le indicazioni ricevute in allenamento, quindi deficitario. Cosa può fare il mister per insegnare a “leggere” correttamente tutte le situazioni che si presentano durante un incontro? Quanto tempo è necessario per raggiungere un buon livello? Quali aspetti dovrebbero essere stimolati più frequentemente per migliorare “l’agire” adeguato dei giovani calciatori?

Scopri di più sul numero di agosto: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

Articoli correlati

Allenate la percezione

Perché è importante andare oltre al “giocatore pensante”. La percezione delle informazioni, la lettura corretta di queste e l’attuazione di comportamenti efficaci e funzionali al contesto di gioco Sovente l’obiettivo dichiarato da numerosi allenatori e responsabili di settore giovanile è quello di formare “giocatori pensanti”. Se ogni calciatore, però, durante una partita dovesse pensare all’azione […]

Tutto sulla marcatura

Una capacità, talvolta trascurata nel settore giovanile, che va assolutamente allenata. Le proposte pratiche, il duello e il marcamento di un calciatore senza palla. È ormai ben chiaro che le abilità tecniche non siano l’unica componente che determina la prestazione del calciatore. Al fianco di calciatori come Neymar, Coutinho, Messi e Ronaldo, per citare alcuni […]

Il gioco è il miglior maestro

Perché insegnare i princìpi di gioco in luogo di schemi ripetitivi coi giovani. L’importanza di saper scegliere. Mi è capitato recentemente di ascoltare un noto allenatore affermare che i ragazzi fino a 16 anni non devono fare tattica, ma soltanto tecnica; un altro sosteneva che alcuni mister di settore giovanile dovrebbero essere allontanati dal campo […]

Diamo del tu alla palla

Il dominio del pallone è uno degli obiettivi che qualsiasi allenatore deve avere coi bambini più piccoli.Le proposte di base. A Dortmund deve esserci qualcosa di particolare nell’aria, magari nel cibo o forse sono semplicemente fortunati a estrarre continuamente il numero vincente della lotteria. Sven Misliant – da poco accasatosi a Londra, sponda Arsenal – […]