Foto Italy Photo Press - Dati forniti da InStat www.instatfootball.com

I numeri della serie A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Torino – Milan 2 - 2  || Analisi statistica della partita
[Dati forniti da InStat www.instatfootball.com]

Il dato relativo al possesso palla nei 90 minuti ha mostrato una netta prevalenza per il Milan: 60% per i rossoneri e 40% per i granata. Il Milan ha portato 93 attacchi, contro gli 85 del Torino. Il Milan ha attaccato con 67 sviluppi offensivi manovrati, 14 attacchi in contropiede e 12 sui calci piazzati, il Torino ha fatto registrare un dato di 63 sviluppi offensivi manovrati, 16 attacchi in contropiede e 6 sui calci piazzati. Sono stati 13 i tiri per il Torino e 20 quelli del Milan. Relativo equilibrio nel numero e nella precisione dei cross tentati: i locali li hanno tentati 13 volte di cui 4 precisi mentre il Milan ha effettuato 17 cross di cui 7 precisi. I cross tentati da calcio di punizione sono stati 3 per il Milan e 6 per la Roma. Il Milan ha battuto 6 calci d’angolo contro 5 del Toro. Cinque cartellini gialli per il Toro e uno per i rossoneri.

Il Milan ha concluso al tiro 9 attacchi manovrati, ha effettuato 2 tiri su attacco in contropiede e 7 su sviluppo da calcio piazzato, mentre i granata hanno tirato 9 volte dopo azione manovrata, 2 volte al culmine di attacchi in contropiede e 7 su sviluppo da calcio piazzato. Il Milan ha attaccato prevalentemente da destra: 31 attacchi, poi 27 attacchi dal centro e solo 23 da sinistra. Il Torino ha attaccato con equilibrio dalle fasce: 32 attacchi da destra e 28 da sinistra poi 19 dal centro.

Il Milan ha effettuato 624 passaggi con l’86% di precisione, mentre i granata ne hanno effettuati 476 con l’82% di precisione. Sono stati 120 i passaggi preparatori dei locali contro i 129 degli ospiti, superiorità ospite netta anche nel dato dei costruttivi (467 a 269 per i rossoneri). Equilibrio nel numero e nella precisione dei passaggi incisivi/chiave: 20 tentati dai locali di cui 12 precisi contro 22 tentati degli ospiti di cui 13 precisi. Il Milan ha effettuato 41 passaggi lunghi contro 30 del Toro.

Supremazia ospite nei contrasti bassi (55% in favore del Milan), e superiorità ancora maggiore nei duelli aerei: 63% di vinti dai rossoneri. Migliore il dato degli ospiti nell’aggressività in fase di non possesso: con 65 palloni vaganti conquistati per i rossoneri e 55 per il Toro; superiorità locale nel dato dei palloni intercettati: 65 a 44 per i milanisti. I locali hanno commesso 11 falli, 11 anche quelli degli ospiti. Sono 33 i dribbling tentati dai locali con il 647% di riuscita, mentre gli ospiti ne hanno tentati 36 con il 67% di positivi.

Nel Torino il più cercato dai compagni è risultato essere Rossettini con 39 passaggi ricevuti seguito da Belotti con 37. La linea di passaggio più battuta è stata quella da Rossettini a Moretti con 13 passaggi, seguita da quelle da Hart a Rossettini (11) e da Zappacosta a Iago Falque (11). Il Torino ha faticato nei lunghi tratti di controllo del gioco da parte del Milan a trovare uno sbocco ai passaggi di scorrimento dietro, (solo 269 costruttivi a fronte dei 467 del Milan), ciò si evince anche dai compagni da cui Belotti ha ricevuto più palloni, tutti difensori: 7 passaggi da Zappacosta e 6 da Rossettini. Più cross di tutti li ha tentati Barreca: 5.

Il giocatore del Milan che ha ricevuto più passaggi è stato Locatelli con 72 seguito da Suso con 61. La linea di passaggio più battuta è stata quella da Abate a Suso con 18 passaggi, Suso ha ricevuto molto anche da Paletta e Locatelli (8), giocando molto a Locatelli (12) e ancora a Abate (10); Locatelli ha ricevuto 15 passaggi da Romagnoli, cui ha restituito 11 passaggi , scegliendo invece 13 volte Bertolacci per uscire con il possesso in trequarti avversaria. Il baricentro più alto di Bertolacci rispetto a Pasalic è una delle chiavi di lettura per cui a destra il Milan ha effettuato più attacchi (31), mentre a sinistra solo 23, in quanto l’interno sinistro si alzava a ricevere nella densità avversaria più vicino all’area di rigore. Abate ha effettuato più cross di tutti i compagni: 5.