Italy Photo Press

I numeri della serie A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Genoa - Juventus 3 - 1 Analisi statistica della partita 
Dati forniti da InStat www.instatfootball.com

Il dato relativo al possesso palla nei 90 minuti ha mostrato una netta prevalenza per la Juventus: 59% per i bianconeri e 41% per i genoani. Il Genoa ha portato 91 attacchi, contro i 113 dei bianconeri. Il Genoa ha attaccato con 57 sviluppi offensivi manovrati, 26 attacchi in contropiede e 8 sui calci piazzati, la Juventus ha fatto registrare un dato di 81 sviluppi offensivi manovrati, 19 attacchi in contropiede e 13 sui calci piazzati.
Sono stati 12 i tiri per la Juventus e 10 quelli del Genoa. Superiorità ospite nel numero ma maggiore efficienza locale nella precisione dei cross tentati: i locali li hanno tentati 11 volte di cui 3 precisi mentre la Juventus ha effettuato 21 cross di cui 4 precisi. Una uscita per il portiere locale e tre per quello ospite. I cross tentati da calcio di punizione sono stati 4 per il Genoa e 3 per la Juventus. Il Genoa ha battuto tre calci d’angolo contro 6 della Juventus. Tre i cartellini gialli per i rossoblu e due per i bianconeri.

Nel primo quarto d’ora di partita il possesso palla è stato in equilibrio (52% per i bianconeri), ma il Genoa è stato nettamente superiore per efficienza ed efficacia ottimizzando i suoi 16 attacchi arrivando 4 volte al tiro, sempre nello specchio della porta, contro due tiri (uno in porta) su 17 attacchi per i bianconeri. Nella successiva mezzora del primo tempo la Juventus ha controllato il possesso con una percentuale del 61%, ma è riuscita a effettuare solo un tiro verso la porta genoana, con i rossoblu che si opponevano a questa superiorità nel possesso con ben 12 falli in 30 minuti.

Il Genoa ha attaccato con estrema prevalenza da sinistra: ben 48 attacchi, poi solo 18 attacchi dal centro e 17 da destra. La Juventus ha attaccato con maggiore equilibrio: 38 attacchi dal centro, 36 da destra e 26 da sinistra.

Il Genoa ha effettuato 343 passaggi con il 79% di precisione, mentre i bianconeri ne hanno effettuati 582 con l’85% di precisione. Sono stati solo 56 i passaggi preparatori dei locali contro i 138 degli ospiti, superiorità ospite netta anche nel dato dei costruttivi (423 a 274 per i bianconerii). Superiore la Juventus nel numero ma efficace il Genoa nella precisione dei passaggi incisivi/chiave: 13 tentati dai locali di cui 7 precisi contro 21 tentati degli ospiti di cui 9 precisi.

Supremazia dei bianconeri nei contrasti bassi (53% in favore della Juventus), come anche nei duelli aerei: 55% vinti. Migliore il dato degli ospiti nell’aggressività in fase di non possesso: con 63 palloni vaganti conquistati per i bianconeri e 51 per il Genoa; superiorità locale nel dato dei palloni intercettati: 65 a 44 per i rossoblu.

La continuità con cui i padroni di casa hanno attaccato da sinistra si evince anche dallo studio delle linee di passaggio. Il giocatore del Genoa che ha ricevuto più passaggi è stato Ocampos con 41 seguito da Rincon con 34. La linea di passaggio più battuta è stata quella dal portiere Perin a Ocampos con 13 passaggi.

Nella Juventus il più cercato dai compagni è risultato essere Pjanic con 64 passaggi ricevuti, seguito da Hernanes con 57.

Più cross di tutti li ha tentati Alex Sandro: 9.

Nel Genoa il valore di Instat Index più alto lo ha fatto registrare Simeone con un valore di 432.
Nella Juventus il giocatore con l’Instat Index più alto è risultato essere Rugani con un valore di 320.

Dati forniti da InStat www.instatfootball.com

Magazine in Edicola