I numeri della seria A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La 34a giornata di Serie A è stata caratterizzata dai tre punti, conquistati allo scadere dal Napoli, ai danni della capolista Juventus, una vittoria che ha riaperto un campionato che risulterà così avvincente fino all’ultima giornata. Alle loro spalle la corsa Champions si è fatta sempre più serrata, ma in questo turno nessuna delle squadre coinvolte ha sbagliato: la Roma ha sconfitto, in trasferta, la Spal, la Lazio ha superato la Sampdoria, mentre l’Inter ha avuto la meglio sul Chievo. L’Atalanta, grazie alla vittoria casalinga contro il Torino, ha consolidato le proprie ambizioni europee, complice anche la sorprendente sconfitta interna del Milan, contro il Benevento, e quella esterna della Fiorentina, contro il Sassuolo. Pari a reti inviolate quello fatto registrare da Cagliari e Bologna, mentre ha ottenuto la salvezza matematica il Genoa, grazie alla vittoria nel Monday night sull’Hellas. Infine importantissimo successo del Crotone ai danni dell’Udinese, che permette ai pitagorici di andare ad occupare, momentaneamente, l’ultima posizione utile alla permanenza nella massima serie.

L’analisi attraverso i numeri, forniti da INSTAT SCOUT, ci permette di sottolineare alcune voci relative agli incontri disputati durante lo scorso weekend.

Con una rete al 90° minuto il Napoli ha ottenuto i tre punti a Torino contro la Juventus. Il match, decisamente noioso e privo di grandi occasioni, ha permesso ai partenopei di diminuire il distacco dalla capolista, ora di un solo punto. La squadra di Sarri è risultata prima per passaggi totali (712), mentre la compagine bianconera si è distinta per i contrasti bassi vinti (55%, seconda). Seconda partita consecutiva senza vittoria in Serie A per la compagine di Allegri, non accadeva da ottobre (pareggio con l’Atalanta e sconfitta interna con la Lazio). Gli azzurri invece hanno confermato la loro striscia positiva in trasferta, raggiungendo la tredicesima vittoria stagionale lontano dal San Paolo.

Lotta serrata per gli ultimi due posti Champions. Una grande prestazione, fornita dalla Roma a Ferrara, ha permesso ai giallorossi di avere la meglio sulla Spal. La compagine capitolina è stata prima per possesso palla (63%), passaggi chiave (17) e palle recuperate (70) e seconda per duelli aerei vinti (62%). L’undici di Semplici si è inchinato alla superiorità della squadra ospite, risultando terzo per cross (18) e per contrasti bassi vinti (54%). Gli estensi hanno fermato la loro striscia di 8 risultati utili consecutivi, a causa della sesta sconfitta stagionale subita in casa, mentre per la formazione guidata da Di Francesco si è trattata della nona trasferta consecutiva in cui non è uscita sconfitta.

La Lazio ha sconfitto la Sampdoria in un match apparentemente senza storia. I biancocelesti si sono classificati primi per duelli aerei vinti (70%), secondi per passaggi chiave (11) e palle recuperate (69) e terzi per corner calciati (8). La formazione allenata da Giampaolo è giunta terza per palle perse (75). Gli uomini di Inzaghi hanno raggiunto il settimo risultato utile consecutivo (4 vittorie e tre pareggi), mentre i blucerchiati sono incappati nella decima sconfitta esterna stagionale (solo 15 punti fatti lontano da Genova).

L’Inter ha guadagnato tre punti in trasferta, contro il Chievo, distinguendosi per palle recuperate (70, prima), passaggi totali (677, seconda), corner calciati (10, seconda), possesso palla (58%, terza) e passaggi chiave (9, terza). L’undici di Maran si è classificato secondo per numero di cross (20) e terzo per palle perse (75) e contrasti bassi vinti (54%). Per la squadra di Spalletti si è trattato del ritorno alla vittoria dopo tre trasferte a secco (2 pari e una sconfitta), mentre per i clivensi la situazione si è fatta sempre più complicata: 2 punti di vantaggio sulla zona retrocessione e due sole vittorie nelle ultime 10 gare (3 pareggi e 5 sconfitte).

Non si è fermata la rincorsa ad un posto europeo dell’Atalanta, vittoriosa in casa contro il Torino. Gli orobici si sono distinti per il primo posto per tiri (21) e corner (11), il secondo per contrasti bassi vinti (55%) e il terzo per passaggi chiave (9) e duelli aerei vinti (61%). La formazione allenata da Mazzarri è comparsa nelle classifiche per la seconda posizione per dribbling (23). Seconda vittoria consecutiva per gli uomini di Gasperini, si è invece fermata a 4 la striscia di partite senza sconfitte dei granata.

Exploit del Benevento a Milano contro i padroni di casa del Milan. I sanniti hanno avuto la meglio dei rossoneri in una partita che, per quanto riguarda i numeri, è risultata dominata dalla squadra ospitante. La compagine meneghina è risultata prima per cross (36) e contrasti bassi vinti (56%), seconda per possesso palla (60%), passaggi chiave (11) e tiri (20), e terza per passaggi totali (623). La formazione ospite si è fatta notare per il secondo posto nella classifica dedicata agli intercetti (66). Per l’undici di Gattuso è arrivata la sesta partita consecutiva senza vittoria (4 punti in questa striscia di gare), mentre per la formazione allenata da De Zerbi si è trattato della prima vittoria esterna dopo che, nella partita di andata, era stato agguantato il primo punto nella massima serie.

La Fiorentina ha subito un’altra sconfitta, questa volta soccombendo al Sassuolo. I neroverdi sono stati primi per falli commessi (22), palle recuperate (70), palle perse (80) e intercetti, mentre gli uomini di Pioli si sono distinti per il primo posto nella classifica delle palle recuperate (70), il secondo in quella delle palle perse (79) e il terzo in quella dei falli commessi (20). Per la compagine allenata da Iachini è arrivata una vittoria casalinga che mancava da 7 turni (5 pareggi e 2 sconfitte), mentre per i viola si è trattato della seconda sconfitta consecutiva, la prima in trasferta dopo le 4 vittorie e un pareggio ottenuti nelle ultime 5 gare esterne disputate.

Il Genoa ha sconfitto l’Hellas guadagnando la matematica salvezza. Importante prova quella fornita dagli uomini di Ballardini che sono risultati primi per passaggi chiave (17), secondi per cross effettuati (20) e terzi per tiri (17) e corner calciati (8). Per gli scaligeri da sottolineare il primo posto nella classifica dei dribbling riusciti (24), che non ha permesso però di arrivare ai tre punti. Terza vittoria consecutiva in casa per la compagine rossoblù, mentre per l’undici di Pecchia si è trattato del sesto K.O. consecutivo lontano da Verona.

Lo scontro più importante in chiave salvezza andato in scena in questo turno è stato vinto, in trasferta, dal Crotone ai danni dell’Udinese. I pitagorici sono riusciti ad agguantare un risultato che ha permesso loro di raggiungere il 17° posto, che al momento significa salvezza, risultando terzi per cross (18). L’undici allenato da Oddo (esonerato in seguito a questa sconfitta e sostituito da Tudor) si è ritrovato a sole 4 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Nell’incontro disputato si è comunque distinto per il secondo posto nella classifica dei falli commessi (21) e il terzo in quella degli intercetti (63). L’undici di Zenga ha ottenuto la terza vittoria esterna del suo campionato, mentre per i bianconeri è arrivata la 21a sconfitta stagionale, l’11a consecutiva.

Si è conclusa con un pari a reti inviolate la sfida che ha visto opporsi il Cagliari e il Bologna. L’unico dato da sottolineare in questa gara è il terzo posto nella classifica delle palle recuperate della squadra guidata da Lopez. Per i sardi un punto, giunto dopo una striscia di 4 sconfitte nelle ultime 5 gare disputate, che ha permesso comunque di muovere la classifica, mentre per la formazione allenata da Donadoni è giunto il momento in cui il campionato ha ormai poco da dire avendo raggiunto una salvezza quasi matematica (+10 sulla terzultima).

Magazine in Edicola