I numeri della seria A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La 30a giornata di Serie A ha sancito un nuovo allungo della Juventus sul Napoli. I bianconeri, vittoriosi in casa contro il Milan, hanno portato a 4 le lunghezze di distanza sui partenopei, bloccati sul pari dal Sassuolo. Alle loro spalle la lotta è sempre più serrata: la Roma ha pareggiato in trasferta con il Bologna, mentre l’Inter si è avvicinata, con la vittoria sull’Hellas, così come la Lazio, che ha portato a casa tre punti nella sfida con il Benevento. L’Atalanta si sta confermando come una bellissima realtà del nostro campionato ed ha sconfitto, tra le mura amiche, l’Udinese. La Sampdoria è uscita sconfitta dalla trasferta veronese contro il Chievo, mentre continua a vincere la Fiorentina, che ha superato in casa il Crotone. Risultato rotondo quello fatto registrare dal Torino in terra sarda contro il Cagliari (0-4), mentre si è conclusa sul pari la sfida salvezza tra Genoa e Spal.

L’analisi attraverso i numeri, forniti da INSTAT SCOUT, ci permette di sottolineare alcune voci relative agli incontri disputati durante lo scorso weekend.

La super sfida della giornata, quella che ha visto opporsi Juventus e Milan, ha visto trionfare la squadra di Torino, non senza qualche rammarico da parte dei rossoneri per il gioco espresso. A livello statistico è possibile evidenziare come l’undici di Allegri sia risultato terzo per dribbling riusciti (19), caratteristica che probabilmente è stata fondamentale per raggiungere i tre punti. La squadra di Gattuso si è invece distinta per il terzo posto nella classifica dei falli commessi (17). Per i bianconeri si tratta del diciassettesimo risultato utile consecutivo e della settima vittoria consecutiva in casa. Per la compagine meneghina si tratta della prima sconfitta dopo 10 partite in cui era rimasta imbattuta e che hanno permesso una importante risalita in classifica.

Il risultato più inaspettato e per certi versi sorprendente della giornata è stato fatti registrare in terra emiliana dal Sassuolo, che ha bloccato sul pareggio il Napoli. La squadra di Iachini si è distinta per il primo posto nei contrasti aerei vinti (66%) e nelle palle perse (77), e il terzo nei palloni recuperati (63) e negli intercetti (63). Per quanto riguarda la compagine guidata da Sarri, da sottolineare il primo posto per possesso palla (69%), palle recuperate (68) e passaggi totali (797), il secondo per palle perse (73) e il terzo per contrasti bassi vinti (55%). I neroverdi hanno fatto registrare il terzo risultato utile consecutivo (2 pari e una vittoria), mentre per i partenopei si è trattato della terza partita nelle ultime quattro in cui non sono arrivati i tre punti (2 pari e una sconfitta).

La Roma ha disputato una gara importante, almeno da un punto di vista meramente statistico, ma non ha trovato i tre punti contro il Bologna. La squadra di Donadoni si è distinta per il secondo posto negli intercetti (67), mentre la compagine di Di Francesco è risultata prima per corner calciati (11), cross effettuati (29) e dribbling riusciti (29), seconda per passaggi chiave (19) e contrasti bassi vinti (56%) e terza per contrasti aerei vinti (61%) e passaggi totali (713). I rossoblù hanno raggiunto il secondo pareggio consecutivo, mantenendo la propria posizione in classifica e raggiungendo quota 39 punti, soglia sufficiente per mantenere la categoria. L’undici capitolino ha fatto registrare il primo pari dopo tre vittorie consecutive, mettendo a rischio il proprio terzo posto.

Il momento negativo pare sia ormai lasciato alle spalle da parte dell’Inter, che ha sconfitto, nel match casalingo, l’Hellas. Per i nerazzurri primo posto per contrasti bassi vinti (59%), secondo per tiri (23) e passaggi totali (753) e terzo per possesso palla (65%) e passaggi chiave (15). La compagine scaligera si è distinta per il primo posto nella classifica degli intercetti (69). La squadra di Spalletti ha raggiunto il quarto risultato utile consecutivo (3 vittorie e un pareggio), mentre per gli uomini di Pecchia si è trattata della seconda sconfitta di fila, la quinta nelle ultime 7 gare.

Ha sofferto tanto, ma ha vinto. La Lazio ha sconfitto in casa il Benevento e si è consolidata come candidata ad un posto in Champions League. I biancocelesti sono risultati primi per tiri (28) e passaggi chiave (25), secondi per contrasti bassi vinti (55%), e terzi per corner battuti (8) e cross effettuati (20). Per la compagine di De Zerbi non ci sono da segnalare dati statistici relativi al match, ma, per quanto riguarda la classifica, la situazione è sempre più complicata, ultimo posto, 4 sconfitte consecutive e 16 punti di distanza dalla salvezza. Per gli uomini di Inzaghi si è trattato della prima vittoria dopo 3 gare a secco (2 pari e una sconfitta) che ha permesso di rilanciare le proprie ambizioni europee.

L’Atalanta può continuare a cullare il sogno europeo, per la seconda stagione consecutiva, anche grazie alla vittoria sull’Udinese. L’undici allenato da Gasperini ha fatto registrare il secondo posto nella classifica del possesso palla (67%) e in quella dei corner calciati (9), e il terzo in quella dei passaggi totali (713) e dei tiri (20). Per la squadra guidata da Oddo non ci sono stati dati statistici rilevanti da segnalare, se non il peggior rendimento della Serie A nelle ultime 10 partite: 5 punti frutto di 1 vittoria, 2 pari e 7 sconfitte, di cui le ultime 6 consecutive. Gli orobici hanno ottenuto la terza vittoria negli ultimi 4 incontri disputati, che ha permesso loro di consolidare il settimo posto alle spalle del Milan.

Anche la Fiorentina può coltivare il sogno Europa grazie alle ultime prestazioni. La vittoria contro il Crotone ha permesso agli uomini di Pioli di issarsi all’ottavo posto. Da un punto di vista statistico si può evidenziare solo il secondo posto per i falli commessi dei viola (21), mentre per i pitagorici nessun dato degno di nota. I gigliati hanno ottenuto la quarta vittoria consecutiva oltre che il quinto risultato utile di fila (con 13 punti raccolti come la Juventus), mentre per la squadra di Zenga è arrivata la quarta sconfitta nelle ultime 5 gare, obbligando i rossoblù al terz’ultimo posto in classifica.

Il Chievo ha ritrovato i tre punti sconfiggendo la Sampdoria in una partita abbastanza povera da un punto di vista statistico. La squadra di Maran si è distinta per aver recuperato numerosi palloni (66, seconda), mentre l’undici di Giampaolo è risultato secondo per contrasti bassi vinti (56%) e terzo per palle perse (68). Per i clivensi si è trattato della prima vittoria dopo tre sconfitte consecutive, mentre i blucerchiati sono incappati nel quarto stop nelle ultime 5 gare.

Il Torino ha espugnato il campo del Cagliari con un risultato netto. La vittoria ha permesso agli uomini di Mazzarri di recuperare da un trend negativo, fatto di 4 sconfitte consecutive. Gli uomini di Lopez hanno mantenuto 5 punti sulla zona retrocessione, ma non possono dormire sonni tranquilli: solo una vittoria nelle ultime 5 gare disputate. Per quanto riguarda i dati statistici relativi alla partita, da segnalare il solo secondo posto nella classifica dei dribbling riusciti (23) da parte della squadra granata.

Sfida importantissima in chiave salvezza quella che ha visto opposte il Genoa e la Spal. Il risultato finale è stato un pareggio, che ha consentito ad entrambe di muovere quantomeno la classifica. La squadra di Ballardini è risultata prima per falli (26) e seconda per cross effettuati (21) e contrasti aerei vinti (63%), mentre gli uomini di Semplici si sono distinti per il secondo posto nella graduatoria dei contrasti bassi vinti (56%). I rossoblù hanno fermato una striscia che li vedeva uscire sconfitti da tre gare consecutive, mentre per la compagine ferrarese il risultato ottenuto a Genova ha permesso di continuare l’andamento positivo dell’ultimo periodo (5 gare imbattuta, 2 vittorie e 3 pari) utile per continuare a inseguire la salvezza.

Magazine in Edicola