I numeri della seria A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

I NUMERI HANNO DETTO CHE…

La 3giornata di Serie A ha visto la Juventusconfermarsi in testa alla classifica con la vittoria sul Sassuolo, grazie alla doppietta di Cristiano Ronaldo, finalmente sbloccatosi nella nostra Serie A. Dietro i bianconeri si trovano ora il Napoli, vittorioso in casa con la Fiorentina, e la S.P.A.L, autentica sorpresa di questo inizio di stagione, che ha avuto la meglio, nel giorno dell’inaugurazione del nuovo stadio “Mazza”, dell’Atalanta, ancora in crisi dopo l’uscita ai preliminari di Europa League. Vince e convince anche la Sampdoria, che “asfalta” il Frosinonecon un perentorio 0-5. Tre punti conquistati, con il risultato di 1-0, per il Genoacontro il Bolognae per la Lazio, vittoriosa sull’Empoli. Un gol dell’ex Dimarco consente al Parmadi espugnare San Siro e di sconfiggere l’Inter, in quello che è stato il risultato più inaspettato della giornata. Nelle restanti gare il segno comune è stata la X: una rete per parte tra CagliariMilan, stesso risultato tra UdineseTorino, mentre a Romai giallorossi vanno avanti 2-0 sulChievoe, proprio quando la partita sembra ormai indirizzata, arriva prima la rete del 2-1 e poi quella del pareggio dei clivensi. L’analisi attraverso i numeri, forniti da INSTAT SCOUT, ci permette di sottolineare alcune voci relative agli incontri disputati durante lo scorso weekend.

La Juventus è risultata la squadra che ha battuto più angoli (10), è stata terza per passaggi in area riusciti (54%), ed è figurata tra le ultime per palle perse (45, diciannovesima) e recuperate (39, ventesima). Nonostante un possesso palla maggiore (51%, rispetto al 49% dei bianconeri), gli uomini diDe Zerbinon sono riusciti a tornare da Torino con i tre punti. I neroverdi non sono mai finiti in fuorigioco (ventesimi) e hanno utilizzato un fraseggio molto breve (16,4 metri in media la lunghezza dei passaggi, diciannovesimi).

Per gli uomini di Allegri si è trattato della quarta vittoria consecutiva in questo campionato, mentre per il Sassuolo è giunta la prima sconfitta stagionale che comunque consente di mantenere il quarto posto in graduatoria.

Il Napoliha trovato spesso la via del tiro, ma solo il 17% delle conclusioni è stato indirizzato verso la porta (quindicesimo). Nonostante questo, e i pochi duelli vinti in totale (46%, sedicesimo) e in attacco (32%, ultimo), è stato in grado di aggiudicarsi il match anche grazie al 57% di possesso palla (quarto). I viola hanno perso una partita importante senza riuscire a creare occasioni da gol (ultimi), trovando spesso difficoltà in costruzione (64 palle perse, terzi) e risultando la seconda squadra più cattiva della giornata (4 ammonizioni ricevute). Gli uomini di Piolinon sono stati in grado di sfruttare la capacità di fraseggiare in area di rigore (56% passaggi riusciti in area, secondi) e di andare a recuperare i cross provenienti dalle fasce (57% riusciti, prima), finendo spesso in fuorigioco (4 volte, prima).

La squadra di Ancelottiha conquistato la seconda vittoria consecutiva in casa, riscattando la sconfitta esterna patita nella giornata precedente. Per la Fiorentinasi è trattato della prima gara persa in questo campionato, arrivata con il secondo gol subito in tutta la competizione.

Magazine in Edicola