I numeri della seria A
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La 25a giornata di Serie A ha confermato lo strapotere di Napoli e Juventus, che hanno avuto rispettivamente la meglio di Spal e Torino. Dietro è bagarre tra le contendenti agli altri due posti che garantiscono l’accesso alla Champions. La Roma ha superato l’Udinese, raggiungendo il terzo posto, la Lazio ha vinto in casa con l’Hellas, collocandosi quarta, mentre l’Inter ha pagato a caro prezzo, ben due posizioni perse, la sconfitta in terra ligure contro un Genoa che sta continuando la risalita in classifica. Il Milan ha sconfitto in casa la Sampdoria, in una sfida utile in chiave Europa, mentre l’Atalanta è stata fermata sul pari dalla Fiorentina. Nelle retrovie importanti vittorie sono quelle fatte registrare dal Bologna sul Sassuolo, dal Chievo nei confronti del Cagliari e, soprattutto, dal Benevento, che ha sconfitto il Crotone.

L’analisi attraverso i numeri, forniti da INSTAT SCOUT, ci permette di sottolineare alcune voci relative agli incontri disputati durante lo scorso weekend.

Una giornata negativa è quella vissuta dall’Inter in terra ligure, contro il Genoa. La squadra di Spalletti è incappata in una sconfitta nonostante si sia classificata seconda per numero di passaggi effettuati (659) e cross (25), nonché terza per possesso palla (62%). L’undici del Grifone ha sfruttato l’incapacità dei nerazzurri di rendersi pericolosi, oltre che alcune lacune della squadra milanese, risultando seconda per numero di corner calciati (10). L’Inter non riesce a trovare la continuità di risultati, rendendo così sporadica la vittoria dello scorso turno. La squadra di Ballardini invece si conferma in un buon momento di forma, che viene finalmente accompagnato anche da ottimi risultati (terza vittoria consecutiva, 12 punti sui 30 totali conquistati nel 2018).

Importante il risultato conseguito dal Milan, a San Siro, contro la Sampdoria. La squadra di Gattuso è risultata prima per corner calciati (11) e contrasti bassi vinti (60%), seconda per dribbling riusciti (25) e terza per tiri effettuati (19). Per i blucerchiati l’unico dato di rilievo è stato il primo posto nella classifica riservata ai contrasti aerei vinti (66%). I rossoneri continuano nella loro ascesa in classifica, avendo conquistato il settimo risultato utile consecutivo. L’undici di Giampaolo, raggiunto dalla squadra meneghina al sesto posto, interrompe una striscia positiva che durava da 5 partite.

Il Napoli ha vinto, dominando, contro la Spal. La squadra di Sarri è stata prima per possesso palla (65%) e passaggi effettuati (784), seconda per passaggi chiave (11), tiri (21) e corner battuti (10), ed infine terza per palloni recuperati (67) e contrasti aerei vinti (57%). La squadra di Semplici ha provato ad arginare, senza grande successo, il gioco dei partenopei sfruttando una buona capacità nei contrasti bassi, tanto da risultare la terza in classifica (55% vinti). Continua quindi la grande cavalcata degli azzurri che, oltre a consolidarsi al primo posto, hanno conquistato la nona vittoria consecutiva. Per i ferraresi invece è arrivata un’altra battuta d’arresto, la terza di fila, che non consente di migliorare la posizione in classifica.

La Juventus ha fatto suo il derby della Mole battendo il Torino in trasferta. A livello statistico la partita non ha fornito grandi numeri, certamente si è trattata di una gara giocata con molta attenzione da entrambe le squadre dato che la posta in palio era molto alta al di là della differenza in classifica. Ci si giocava infatti la supremazia cittadina, un match che fornisce sempre degli stimoli unici.

Continua a vincere la Roma che, in terra friulana, ha superato l’Udinese. Il protagonista della partita è stato ancora il turco Ünder, autentica rivelazione dell’ultimo mese. La partita è stata senza dubbio divertente, complici anche le numerose palle perse e recuperate da entrambe le squadre. La squadra di Oddo si è collocata prima in entrambe le classifiche con 79 palle perse e 73 recuperate, mentre terza per intercetti (67). I giallorossi si sono trovati al secondo posto per palloni recuperati (71) e contrasti aerei vinti (65%), oltre che terzi per passaggi chiave (9) e palle perse (73). Gli uomini Di Francesco hanno raggiunto la terza vittoria consecutiva, che permette di mettere alle spalle un periodo di appannamento. Al contrario l’undici bianconero è incappato nella seconda sconfitta consecutiva, la terza nelle ultime 5 partite.

Prova ad uscire dalla crisi la Lazio che ha avuto la meglio dell’Hellas. La squadra di Inzaghi è risultata prima per tiri (32), passaggi chiave (16) e corner battuti (11), inoltre si è posizionata al secondo posto per cross effettuati (25) e al terzo per contrasti bassi vinti (53%). L’undici di Pecchia ha tentato di avere la meglio dei biancocelesti sfruttando la propria capacità di intercetto (76, primo posto) e l’abilità nel dribbling (24 riusciti, terzo). I capitolini ritrovano così il quarto posto, ultima posizione valida per l’accesso in Champions, superando l’Inter, mentre per il Verona è sempre più crisi di risultati (3 sconfitta di fila, settima nelle ultime 8 partite).

Il pareggio è il risultato che è maturato nella sfida che ha visto contrapporsi Atalanta e Fiorentina. Gli orobici sono stati i primi per dribbling riusciti (26) e per contrasti aerei vinti (66%), mentre terzi per contrasti bassi vinti (53%). La squadra di Pioli è invece risultata terza per falli commessi (18) e per palloni recuperati (67). La partita poneva di fronte la sorpresa, riconfermata quest’anno, del campionato scorso, e una delle squadre che invece sta deludendo le aspettative di inizio stagione. La squadra di Gasperini rimane nelle zone alte della classifica nonostante il secondo pareggio di fila, mentre per l’undici viola è difficile pensare di centrare un piazzamento in Europa, vista anche l’unica vittoria conquistata negli ultimi 7 incontri disputati.

Il Bologna ha ritrovato i tre punti nella partita giocata contro il Sassuolo. Gli uomini di Donadoni, attraversavano un momento difficile, sotto il profilo dei risultati, e necessitavano della vittoria, conquistata anche grazie al terzo posto nella classifica dei passaggi riusciti (575) e degli intercetti (67). Di contro gli uomini di Iachini sono risultati primi per cross effettuati (35), secondi per falli commessi (21) e contrasti bassi vinti (57%) e terzi per corner battuti (9). I felsinei ritrovano i tre punti dopo tre partite a secco, mentre per gli emiliani la posizione in classifica si fa sempre più delicata, data anche un’astinenza dalla vittoria che dura da 7 partite.

Nelle zone meno nobili della classifica si è registrato l’importante successo del Chievo contro il Cagliari. La squadra di Maran inseguiva i tre punti da 10 giornate (8 perse e 2 pareggiate) ed è riuscita ad ottenerli attraverso una prestazione non particolarmente convincente, ma efficace. I clivensi si sono classificati secondi per palle perse (77) e terzi per cross (22) e palle recuperate (67). Gli uomini di Lopez invece si sono collocati al primo posto per falli commessi (23). I gialloblù hanno portato a casa una vittoria preziosa contro una diretta concorrente, raggiungendo i sardi in classifica. Questi ultimi escono sconfitti dopo una vittoria e 2 pareggi, conquistati nelle ultime 3 partite.

Altro successo molto considerevole è quello del Benevento sul Crotone. La squadra giallorossa è risultata seconda per possesso palla (64%) e per intercetti (69), mentre l’undici di Zenga non si è contraddistinto per alcuna voce statistica. Gli uomini di De Zerbi sono stati abili a trovare i tre punti, mantenendo così aperta la lotta per la salvezza, ottenendo la terza vittoria nelle ultime 7 partite. I pitagorici invece incappano in una sconfitta pesante che, nonostante il buon momento di forma (1 vittoria e 3 pareggi nelle ultime 4), rende la posizione classifica ancora molto complicata.

Magazine in Edicola