Foto: Italy Photo Press

E' tempo di...
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sei partite, quattro sconfitte. E solo due vittorie. La Fiorentina è questa, è una squadra capace di tutto. Ma non è della Fiorentina che vogliamo parlare. E del Milan che vogliamo parlare… Troppo poco quello che Giampaolo e la sua squadra hanno mostrato fino a ora, solo qualche spezzone di partita e poco altro.

Il Milan gioca 4-3-1-2, ma a inizio stagione aveva iniziato con il 4-3-3, prima che Giampaolo in maniera un po’ seccata decidesse che c’era da cambiare qualcosa: poco male, una sconfitta e due vittorie. Insomma, ci poteva stare.

Purtroppo, non è andata così. Perché il Milan, dopo aver battuto Brescia e Verona (in 10 per 65’), le cose sono cambiate: Inter, Torino e Fiorentina non hanno lasciato scampo. E ora? E ora c’è chi vorrebbe la testa di Giampaolo: se fosse così il problema non sarebbe l’allenatore, ma la situazione venutasi a creare. Perché Marco Giampaolo fino a oggi ha dato indicazioni alla squadra, ma non sempre è stato capito.

Proprio così: o la squadra segue l’allenatore oppure c’è veramente da cambiare qualcosa. Proprio così: e comunque vada c’è sempre una domanda. Perché dei nuovi acquisti in campo, Leao a parte, non vi nessuno?

Magazine in Edicola