Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (Foto: Italy Photo Press)

E' tempo di...
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Più 16. Che letto come si dovrebbe è più 17, perché gli scontri diretti si colorano di bianconero. La Juventus vince 2-1 a Napoli e si cuce l’ennesimo scudetto. Dicevamo da tempo che il titolo di Campione d’Italia era in cassaforte, ora ci aggiungiamo la doppia mandata. Perché la Juve ha lasciato per strada solo 6 punti in 26 partite, perché a 12 giornate dalla fine del campionato non vediamo cosa possa accadere per consentire il sorpasso al Napoli.

C’è un però. E riguarda il gioco. In Italia quanto ha fatto la squadra di Allegri è stato più che sufficiente.

Utilitarista. Cinica. Sparagnina. Aggiungete altri aggettivi, comunque sinonimi. Ma evidentemente, questo modo di giocare, in Europa non sembra essere sufficiente.

Se la partita con il Napoli, doveva essere un test in chiave Atletico, c’è qualcosa da rivedere, perché la Juve non ha convinto a fondo. Qualcuno è fuori forma, qualcun’altro ha giocato male. Ma un quesito ci tormenta: Cristiano Ronaldo sta giocando male perché non è in forma e ha problemi fisici oppure perché soffre l’appannamento di Mario Mandzukic? Perché se soffrisse l’appannamento del croato sarebbe molto più grave.

Magazine in Edicola