Cristiano Ronaldo (Foto: Italy Photo Press)

E' tempo di...
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Questione di giorni, potremmo dire di ore, poi si riprenderà a giocare. La Serie A inizierà sabato alle 18 con l’esordio di Cristiano Ronaldo che ha trasformato il “Bentegodi” di Verona nell’ombelico del mondo: 125 accrediti stampa sono volati via, non sembrano essere sufficienti.

In attesa del calcio d’inizio di Chievo-Juventus, un po’ tutti i club cercano di dare l’ultima verniciata alla facciata. Ma si tratta di vernice pregiata, perché i calciatori in dirittura d’arrivo sono tutti dei possibili titolari. La Roma “vede” N’Zonzi per dare ulteriore solidità al centrocampo (196 centimetri in mezzo al campo si sentono sempre…), mentre al Milan sembra riuscire un altro colpo: via Carlos Bacca, attaccante a metà tra riserva ed esubero, dentro Samuel Castillejo, punta esterna che tanto piace a Gattuso.

A Napoli si continua a sfogliare la margherita per quanto riguarda la porta, anche se l’addio di Inglese libera un posto in attacco. Meret si è infortunato l’11 luglio, ma sul suo sostituto (per un mesetto) le idee non sono mai state chiare: non si capisce se si cerchi un terzo portiere oppure se si preferisca un “numero uno” titolare. Trapp, ad esempio non sarebbe una riserva.

In attesa di conoscere il futuro di Milinkovic-Savic, la Lazio ha un piano B per sostituirlo, a Milano sponda Inter c’è chi pensa che Luka Modric cercherà di regalare la SuperCoppa d’Europa al Real, poi prenderà un volo privato con direzione Linate. Ancora poche ore, poi tutto sarà chiarito!