E' tempo di...
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un derby pazzo, con il Milan in vantaggio 2-0 alla fine del primo tempo e un’Inter, fino ad allora inesistente, che contro ogni logica vince 4-2. E riconquista il primato in classifica, seppur a pari punti con la Juventus!

Ma questa, più di ogni altra, è stata una giornata incredibile: la vittoria del Verona contro la Juve non era facilmente pronosticabile, perché quella di Juric è una squadra che gioca a ritmi elevatissimi. Non facile una prestazione simile dopo aver giocato prima con il Milan, a metà settimana con la Lazio, prima di trovarsi davanti la Juve, brava nell’abbassare le cadenze del gioco e a colpire.


Di valore inestimabile anche il successo della Lazio sul campo del Parma, squadra che lotta e non si distrae mai. Anche il successo della Lazio ha, come detto, una gran valenza: il pareggio interno di mercoledì con il Verona aveva fatto pensare che nel momento della verità la squadra di Simone Inzaghi avesse il braccino corto.

Il capolavoro di giornata, però, è quello dell’Inter. Il Milan gioca un primo tempo splendido, con Ibrahimovic che dimostra ancora una volta, come la sua classe e la sua volontà siano decisive fino a quando la fatica non gli ricorda i suoi 38 anni. Cosa sia accaduto nello spogliatoio dell’Inter tra il primo e il secondo tempo non è dato sapere, perché il 2-2 non è arrivato dopo 10’ giocati con il sangue agli occhi. Di certo, la squadra ha ritrovato serenità e qualità delle giocate. La difesa è tornata a essere un bunker, mentre a centrocampo Barella ha dimostrato di essere un gigante e Vecino ha dimostrato che nei momenti più importanti c’è sempre. E’ piaciuto anche il quarto d’ora di doppio play: Brozovic ed Eriksen, che hanno fatto sembrare facile ogni singola giocata. Poi, il “gigante buono” l’ha chiusa nel recupero, prima di inginocchiarsi davanti a una curva che lo ama ogni giorno di più!

In questi giorni si tornerà a parlare di vendita di diritti tv. Questa Serie A, con questo equilibrio e con questi risultati, vale sempre di più, in Italia e all’estero. E domenica sera c’è Lazio-Inter, preceduta dalle semifinali di Coppa Italia.

Magazine in Edicola