News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Come tutti gli anni, in questo periodo, la maggior parte degli allenatori sta pensando alla programmazione della preparazione precampionato. Molti sono alla ricerca di tabelle, spesso preconfezionate da utilizzare con la propria squadra. Altri sono pronti a rivoluzionare quanto hanno proposto appena 12 mesi prima, convinti che ogni anno la fase iniziare deve essere diversa. Ma è davvero così? Conviene chiarire fin da subito come agire.

- Prima di tutto gli aspetti fisiologici che determinano la prestazione e i princìpi che permettono di migliorare le qualità fisiche sono noti e definiti dalla scienza, non possono cambiare di anno in anno. Ciò che invece può variare sono i mezzi che ogni allenatore propone per raggiungere gli obiettivi prefissati. L’arrivo è lo stesso, le strade che si possono percorrere sono tra le più disparate.

- Per la preparazione, quindi, anche per i motivi appena indicati, non conviene (a parità di categoria, di settore giovanile o di adulti) stravolgere ogni anno quello che si è proposto la stagione precedente. Si possono fare degli aggiustamenti, utilizzare esercitazioni differenti, perfezionando sempre più il proprio lavoro, ma i concetti dettati dal modello prestativo rimangono tali.

- La metodologia dell’allenatore, ovvero il suo modo di porsi sul campo, di relazionarsi coi giocatori, di trasmettere le competenze, di scegliere soluzioni tattiche, può modificarsi, perché il sapere è sempre in evoluzione e il buon allenatore deve continuare ad aggiornarsi. Ma, anche in questo caso, le differenze devono essere minime. Si tratta di limare i particolari.

- Per tutti questi motivi non abbiamo ritenuto opportuno rivoluzionare tutto ciò che è stato evidenziato negli anni passati. La linea guida è identica, le tabelle sono simili all’anno scorso e rimangono solamente uno spunto per riflettere in modo da costruire le proprie o una traccia da seguire. Abbiamo preparato articoli su argomenti specifici, sempre utili quali i test, il monitoraggio del carico interno, gli small-sided games, il lavoro coi giovani, i portieri, le donne, oltre alle indicazioni alimentari e dal punto di vista psicologico. E, per chi volesse approfondire ancor di più, vi suggeriamo i nostri due Indispensabili, La preparazione precampionato (a cura di Vanni Sartini, Fabrizio Borri e Ferretto Ferretti, il numero 3) e Il precampionato dei giovani (a cura di Andrea Millefanti, Athos Trecroci e Mattia Bianchi, il numero 8). Inoltre, non perdete il prossimo numero, con ulteriori articoli utili per il precampionato.

L'approfondimento su IL NUOVO CALCIO di luglio in edicola o in abbonamento

Magazine in Edicola