News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Continua a grande richiesta la rubrica di Alessandro Zauli sugli allenatori che hanno fatto la storia del calcio. Nell’ultima puntata vi abbiamo parlato di Eugenio Fascetti e di Amaral. Oggi vi racconteremo dell’indimenticato CT della Nazionale italiana Enzo Bearzot, artefice della zona mista e soprattutto Campione del Mondo in Spagna nel 1982.

Enzo Bearzot è stato un protagonista del calcio italiano. Dapprima con gli scarpini ai piedi, nel ruolo di difensore o mediano, calpestando i campi di Serie A e B tra Pro Gorizia, Catania, Inter e Torino (due volte ciascuna). Poi da allenatore, partendo dalle giovanili granata e dagli insegnamenti di Nereo Rocco, passando per il percorso federale con l’Under 23, fino alla chiamata in Nazionale maggiore. Inizialmente al fianco di Valcareggi e Bernardini, dopodiché in totale libertà per portare alla ribalta la propria filosofia di calcio. Filosofia che doveva puntare a una ricostruzione totale della Nazionale italiana, a livello di rosa e di ideologie di gioco. Per arrivare alla scalata sul tetto del mondo nel 1982.

Scopri di più sul numero di ottobre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale.
Per info: serviziolettori@sportivi.it

Magazine in Edicola