ottobre

  • Il rimando è alla sfida più affascinante che aspetta i nerazzurri al loro ritorno in Champions dopo sei anni. Mercoledì 24 ottobre, infatti, li attende il Camp Nou, che rievoca ricordi felici per i sostenitori della Beneamata. Ma quella giornata di Champions prevede altre due gare tutte da seguire: Juventus-Manchester United e PSG-Napoli. Di tutto questo ha parlato Thiago Motta, intervistato, a pagina 6, da Cesare Barbieri. Thiago Motta che è ex di Barcellona e Inter, con cui ha vinto il Triplete, allenato da Mourinho, oggi sulla panchina dei Red Devils, e che ha chiuso la sua carriera al PSG, di cui oggi è allenatore della formazione Under 19.

  • Ormai tutte le attività e i campionati sono iniziati ed è giunto il momento in cui gli addetti ai lavori ricercano un miglioramento di quelle che sono le proposte praticate sul campo. A tal proposito, in questo numero di ottobre, troverete un importante approfondimento che si pone la seguente domanda: “I giocatori sono fisicamente allenati?”.

    Un trittico di articoli vi guiderà alla ricerca di una risposta. L’introduzione curata dal nostro direttore Ferretto Ferretti vi condurrà alla visione della situazione attuale, di quello che succede e del perché accade.

  • Si ricomincia! Finalmente. È solo un segnale, lo sappiamo bene: il calcio è la cosa più importante tra le meno importanti, per dirla alla Sacchi. Ma il fatto che sia ripartita la Serie A rappresenta un indicatore di… normalità. C’è ancora molto da fare, non bisogna sottovalutare nulla, ma speriamo che presto riprendano tutte le attività, da quelle dilettantistiche alle giovanili. Per non parlare degli “allenamenti” dei bambini. Che, ne siamo certi, non vedono l’ora di ritrovarsi al campo senza restrizioni per giocare coi loro amici.

  • Con il numero di ottobre si cerca di tornare alla normalità! Lo facciamo noi che dopo lo scorso “doppio numero” proseguiamo con il classico mensile ma, finalmente ritrova una quotidianità che sembrava svanita anche il nostro calcio!

  • I contenuti del numero di ottobre:

    - Serie A - Sabato 14 e domenica 15 ottobre vi saranno tre partite che potranno forse darci indicazioni sulle vere pretendenti a scudetto e posti Champions. Juventus-Lazio, Roma-Napoli e il derby di Milano si disputeranno infatti tutte all’ottava giornata. (Cesare Barbieri)

    - L’intervista a ESTEBAN CAMBIASSO - El Cuchu ormai pensa alla carriera di allenatore: ci spiega come le esperienze da calciatore possono tornare utili per la sua nuova avventura. (Luca Bignami)

    - Dossier - In questa stagione calcistica per le squadre di Serie C e per quelle della Lega Nazionale Dilettanti sono possibili cinque cambi. Quale sarà l’impatto di questa nuova norma e cosa dice il regolamento. Il parere di diversi allenatori che hanno iniziato a sperimentare tale soluzione. (Andrea Bernasconi e Luca Bignami)

    - Storie di calcio - Argentina 1978, un Mondiale in cui “politica” e prestazioni si mescolano. Storie di calcio e non solo che hanno portato alla conquista del titolo la nazionale di Menotti. (La redazione)

    - Allenamento. Adulti 1 - Il numero di squadre che utilizza la difesa a tre negli ultimi anni è sicuramente aumentato. Ecco che diventa importante per gli allenatori capire come sfruttare tale dislocazione per impostare al meglio l’azione. I comportamenti degli uomini vicino alla palla. (Vanni Sartini)

    - Allenamento. Adulti 2 - Come organizzare con la propria squadra la fase di possesso e chiarire ai propri uomini i vari comportamenti da tenere nello sviluppo dell’azione. (David Sassarini)

    - Allenamento. Adulti 3 - Dallo studio degli avversari allo sviluppo della propria organizzazione tattica: come e perché studiare le diverse contrapposizioni tra sistemi e quali aspetti tenere in considerazione. (Claudio Damiani)

    - Curiosità - Storie particolari, curiosità, aneddoti collegati al mondo del calcio che forse non tutti conoscono. (@zulo65)

    - Esperienze dall’estero - Allenamento, filosofia di gioco, abitudini del paese di Cristiano Ronaldo spiegate da mister Cristiano Bacci (nelle foto), tecnico italiano che ha allenato l’Olhanense, squadra di Seconda Divisione. (Cristiano Bacci)

    - Allenamento fisico - Le soluzioni per migliorare la tecnica di corsa mutuando proposte pratiche dall’atletica leggera. L’importanza di allenare i piedi. (Mattia Toffolutti )

    - Calcio femminile - La nuova stagione della Serie A è ormai alle porte. Quali saranno le protagoniste, le outsider e chi dovrà lottare per salvarsi. (Mattia Martini)

    - Psicologia - Le nuove tecnologie possono aiutare l’atleta a migliorare la propria performance. Quale può essere il contributo della psicologia dello sport. (Barbara Rossi e Marco Naman Borghese)

    - Allenamento. Settore giovanile 1 - L’importanza delle transizione nel calcio moderno e come stimolare la reazioni rapida alle varie situazioni dei giovani giocatori. (Enrico Battisti)

    - Allenamento. Settore giovanile 2- Come utilizzare queste esercitazioni coi giocatori delle categorie agonistiche del vivaio. Pro e contro e alcune proposte pratiche. (Emanuele Ciabocco)

    - Allenamento. Attività di base 1 - Un mix di riscaldamenti da utilizzare in particolar modo con la categoria Esordienti, ma adattabili anche ai Giovanissimi, per iniziare la meglio la seduta. (Marco Mingardi e Luca Bignami)

    - Allenamento. Attività di base 2 - Perché può essere utile coi bambini in età prescolare utilizzare proposte di psicomotricità collegate al calcio. (Mattia Sanseverino e Claudio Gangitano)

    - Allenamento. Portieri - Un’interessante proposta pratica che permette di sintetizzare attività coordinativa, allenamento tecnico e situazionale in contesti in cui si deve lavorare con diversi portieri dell’attività di base. (Dario Caglioni)

    - Alimentazione - L’alimentazione pre e post-attività fisica, e non solo, è fondamentale per il giovane atleta. I consigli per un’educazione corretta da questo punto di vista. (Elena Casiraghi)

     

  • Come dice il Comunicato Ufficiale numero 1 di questa stagione “Le Società che svolgono attività nelle categorie Piccoli Amici, Primi Calci, Pulcini ed Esordienti devono tesserare almeno un allenatore qualificato per ogni categoria di base”. Questo a partire dal 2020-21. Da quest’anno, invece, devono avere in organico un Responsabile Tecnico dell’Attività di Base con qualifica di allenatore rilasciata dal Settore Tecnico. Le due norme, apparentemente ovvie per chi lavora in altre discipline, sanciscono una svolta importante per il nostro intero movimento giovanile. Fino a ieri, infatti, queste categorie, delicatissime vista l’età dei bambini, potevano essere seguite da chiunque, anche da chi non aveva la minima preparazione in merito. Certo, sarà necessario un periodo di transizione da parte delle società (il tutto dovrà essere completato tra due stagioni) e l’introduzione della figura del responsabile tecnico qualificato va proprio in questa direzione. “Allenare” o meglio “educare al calcio” in queste fasce d’età è sicuramente molto più complicato e di responsabilità che guidare una squadra di adulti.

    È indispensabile non solo conoscere le metodologie, ma in particolar modo le fasi di crescita dei bambini. Proprio per questo, Piccoli Amici e Primi Calci potranno essere allenati anche dai preparatori atletici professionisti o laureati in Scienze Motorie oppure Diplomati ISEF. Ciò voler ribadire che in queste annate la motricità e l’alfabetizzazione motoria vengono prima della “tecnica”.

Magazine in Edicola