coppa del mondo

  • Un’edizione all’insegna delle polemiche arbitrali, che vede gli azzurri eliminati per via di una direzione di gara alquanto sospetta. Le gesta del Fenomeno, che porta i verdeoro sul tetto del mondo per la quinta volta, ai danni di una Germania poco brillante ma mai doma.

  • Stiamo parlando dello stesso giocatore, di un talento purissimo che ha contraddistinto l’edizione del 1986 della Coppa del Mondo in Messico.

    Gli azzurri sono Campioni del Mondo per la terza volta e riprendo il mio viaggio senza essere sicuro della destinazione finale. Circa otto anni fa nel freddo nord, il Comandante aveva stabilito che sarei tornato in Sudamerica per una destinazione inedita, ma vi sono dei problemi. Il comandante è molto esigente ed entro pochi giorni il paese designato deve rispondere a quanto richiesto. Il suo capo, in un discorso solenne di 99 parole, ufficializza la rinuncia terminando così: “La Coppa del Mondo serve a far crescere i paesi, non devono essere i paesi al servizio della Coppa del Mondo!” Sono punti di vista! Forse la visibilità ottenuta grazie a Gabriel lo ha spinto a non puntare più su di me. Per questo il comandante deve scegliere la prossima destinazione e sorprende tutti.

    Scopri di più sul numero di dicembre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale

  • La rassegna iridata che ci vede trionfare per la quarta volta nella nostra storia. Dalla scomparsa di Best, al primo Mondiale di Cristiano Ronaldo, fino alle sfide epiche con Germania e Francia.

    I verdeoro sono “pentacampeones” e il fenomeno è sul tetto del mondo. Mentre i sudamericani festeggiano, io lascio il campo in mano a quel direttore di gara senza capelli che ha restituito credibilità alla sua categoria dopo alcuni fatti poco chiari. Questa edizione della Coppa del Mondo non è stata esaltante, ma la mia popolarità ha allargato gli orizzonti. Si parte verso la nuova destinazione che mi porterà tra quattro anni a casa dei bianchi teutonici sconfitti nella finale.

Magazine in Edicola