calciomercato

  • Una malattia che l’ha “incatenato” in ospedale, ha rischiato di abbandonare la sua passione, il calcio, ma oggi è un altro giorno: è più forte che mai. L’Atalanta festeggia proponendogli l’adeguamento del contratto

  • Per Gianluca Mancini è stato bello raggiungere il massimo risultato auspicabile con l'Atalanta, ovvero la qualificazione in Champions League, ma non basta. Ecco quindi il passaggio nella nuova realtà: Roma. Fissato un prestito più obbligo di riscatto per un totale di 15 milioni, più altri 8 di bonus.  

  • Pazienza esaurita? No, l'avventura di Antonio Conte nel mondo nerazzurro è appena iniziata, ma Lukaku ancora non si vede. Intanto la conferma di Icardi fuori dal progetto, mentre Perisic andrà valutato

  • L'affare era nell'aria già da tempo, ma ieri finalmente Matthijs De Ligr ha svolto le visite mediche, mentre oggi sarà alla conferenza stampa. Un colpo quello del giovane difensore pari a 85,5 milioni, ingaggio escluso. 

  • Dopo la brutta partenza fuori casa con l’Udinese, il Milan vuole redimersi con un regalo in difesa: Demiral. Il centrale turco viene nuovamente richiesto alla Juventus, che deve in qualsiasi modo alleggerirsi di qualche singolo della rosa. In caso di apertura da parte dei bianconeri, l'offerta sarebbe di 35 milioni di euro. Ma la Roma osserva attentamente e deve muoversi se vuole Rugani

  • Questa mattina è stata intercettato un contatto telefonico tra il ds Fabio Paratici e il dg Beppe Marotta.  A pochi giorni dalla chiusura del calciomercato tutto è possibile, quindi lo scambio Dybala-Icardi torna in auge? Nel frattempo l'Inter rifiuta l'offerta della Vecchia Signora di 35 milioni più Mandzukic in cambio del proprio centravanti argentino

  • L’aria di casa è sempre un richiamo inconfondibile. Si vuole sempre tornare dove si è stati bene. Perché mai dire di no? Allora non c’è da stupirsi del “ritorno” di Super Mario in Italia, stavolta tra le fila delle rondinelle

  • Questione di giorni, potremmo dire di ore, poi si riprenderà a giocare. La Serie A inizierà sabato alle 18 con l’esordio di Cristiano Ronaldo che ha trasformato il “Bentegodi” di Verona nell’ombelico del mondo: 125 accrediti stampa sono volati via, non sembrano essere sufficienti.

    In attesa del calcio d’inizio di Chievo-Juventus, un po’ tutti i club cercano di dare l’ultima verniciata alla facciata. Ma si tratta di vernice pregiata, perché i calciatori in dirittura d’arrivo sono tutti dei possibili titolari. La Roma “vede” N’Zonzi per dare ulteriore solidità al centrocampo (196 centimetri in mezzo al campo si sentono sempre…), mentre al Milan sembra riuscire un altro colpo: via Carlos Bacca, attaccante a metà tra riserva ed esubero, dentro Samuel Castillejo, punta esterna che tanto piace a Gattuso.

    A Napoli si continua a sfogliare la margherita per quanto riguarda la porta, anche se l’addio di Inglese libera un posto in attacco. Meret si è infortunato l’11 luglio, ma sul suo sostituto (per un mesetto) le idee non sono mai state chiare: non si capisce se si cerchi un terzo portiere oppure se si preferisca un “numero uno” titolare. Trapp, ad esempio non sarebbe una riserva.

    In attesa di conoscere il futuro di Milinkovic-Savic, la Lazio ha un piano B per sostituirlo, a Milano sponda Inter c’è chi pensa che Luka Modric cercherà di regalare la SuperCoppa d’Europa al Real, poi prenderà un volo privato con direzione Linate. Ancora poche ore, poi tutto sarà chiarito!

  • L'affare tra Fiorentina e Inter è in dirittura d'arrivo. Borja Valero è disposto a ridursi l'ingaggio pur di tornare alla Viola e a Firenze, da sempre nel suo cuore. 

  • Il centravanti bosniaco prolunga il contratto con la Roma e allontana l’Inter e i rumors: “Roma è casa mia. Qui c’è tutto per vincere”. Conte dovrà cambiare strategia

  • Il laterale brasiliano lascerà l’Inter e si unirà ai viola in prestito, Biraghi sbarcherà presto sulle sponde nerazzurre

  • L’attaccante argentino ha chiesto di lavorare da mercoledì coi compagni e l’Inter ha accettato: da evitare ipotetiche cause, ma niente partite per lui

  • E' deciso: Moise Kean non sarà più un giocatore della Juventus. Pronti per lui un nuovo contratto da 3 milioni annui e una nuova casa: l'Everton. Già nella giornata di domani l'attaccante italiano potrebbe arrivare a Liverpool per effettuare le visite mediche di rito

  • Tra le cessioni di mercato, la Juventus sta pensando al futuro di Kean. Il giovane attaccante attualmente è quello con più mercato, ma vale la pena perderlo per sempre?

  • Elseid Hysaj vuole andare via da Napoli. L’agente Mario Giuffredi ha fatto il punto sulla situazione dei propri assistiti tra cui, appunto l’albanese classe ’94. Prima c’era l’Atletico Madrid, ma adesso?

  • Il mercato chiuderà venerdì 17 agosto alle 19, ma in questi dieci giorni, ci sarà da divertirsi.

    La Juventus dopo CR7, Cancelo e Bonucci, promette un assalto a Milinkovic-Savic se non addirittura a Paul Pogba, che in rotta allo United potrebbe pensare di abbandonare l’Inghilterra con meta Torino o la Spagna, Barcellona dove sarebbe accolto a braccia aperte. Difficile l’ipotesi Real Madrid, perché Florentino non ama fare affari con Mino Raiola (che non ha giocatori tra i “Blancos”). Certo, se la Juve arrivasse a Pogba, oltre allo scudetto avrebbe in tasca pure la Champions.

    Il mercato dell’Inter ha subìto un altro sussulto: Keita Balde, talento straordinario quanto ribelle, una sua completa maturazione renderebbe devastante un attacco con Icardi e Lautaro, più Perisic a sinistra. In attesa di Modric, che a Madrid sembra non voler più stare. Gli interisti sognano, ma a Milano sognare è di moda, perché anche il Milan, con la nuova dirigenza, sembra poter tornare protagonista: Higuain e Caldara non sono poco, per un club che comunque ha pesanti vincoli lasciati dal passato…

    La Roma guarda all’oggi e al domani, perché il mercato voluto da Monchi ha rinforzato la squadra (meno delle altre), ma ha gettato le basi per un lavoro del quale potremmo vedere i frutti tra un paio d’anni (sempre che rimangano tutti). La Lazio, come sempre, non sperpera: aggiunge Badelj a centrocampo e inserisce Acerbi in difesa, la rinuncia a Felipe Anderson sembra pesante, ma il clima non era più idilliaco. Meglio fare cassa.

    Il Napoli, invece, è un grosso punto interrogativo, valutazione sulla quale non incidono comunque i 5 presi dal Liverpool. La piazza vorrebbe Edinson Cavani, ma la proprietà se farà uno sforzo al centro dell’attacco lo farà per Belotti (Balotelli al Toro?) che in futuro potrebbe avere mercato (ADL lavora spesso con questa prospettiva, e non ha torto…). Il mercato recita Fabian Ruiz e Verdi, più un paio di portieri che potrebbero diventare tre, poco, troppo poco… Al momento la squadra non ha ancora una sua identità: Carlo Ancelotti avrà da lavorare parecchio.

    Il 17 agosto si avvicina e il 18, prima di campionato, è dietro l’angolo!

  • Stando a quanto riportato da diversi giorni, l’attaccante belga avrebbe trovato un accordo di massima con la società juventina, ma Dybala non è della stessa idea. L’ex attaccante del Palermo non ha ricevuto chiamate dallo United e tra l’altro vorrebbe rilanciarsi con Sarri in versione falso nueve

  • Il Lecce fa sul serio. I contatti con la Fiorentina proseguono, la trattativa per Venuti è ben avviata e quella per Saponara deve ancora decollare, ma arriverà a breve anche un altro acquisto.

  • Novità sul fronte Lukaku: escluso dai convocati del Manchester United, niente Norvegia per lui. Finora l’attaccante belga ha saltato tutte le partite precampionato e non giocherà neppure contro il Kristiansund. Inter e Juve si daranno battaglia fino all’ultimo

  • Botta e risposta del dg dell'Inter con Wanda Nara. Dopo le succulenti dichiarazioni della procuratrice argentina, Beppe Marotta interviene, stizzito, smascherando immediatamente le falsità rilasciate dalla showgirl. Ovvero la possibilità che un dirigente, Zhang compreso, abbia chiesto all'attaccante (ormai fuori dal progetto da diverso tempo) di rifiutare qualsiasi offerta per restare in nerazzurro.

Magazine in Edicola