Berlino

  • La rassegna iridata che ci vede trionfare per la quarta volta nella nostra storia. Dalla scomparsa di Best, al primo Mondiale di Cristiano Ronaldo, fino alle sfide epiche con Germania e Francia.

    I verdeoro sono “pentacampeones” e il fenomeno è sul tetto del mondo. Mentre i sudamericani festeggiano, io lascio il campo in mano a quel direttore di gara senza capelli che ha restituito credibilità alla sua categoria dopo alcuni fatti poco chiari. Questa edizione della Coppa del Mondo non è stata esaltante, ma la mia popolarità ha allargato gli orizzonti. Si parte verso la nuova destinazione che mi porterà tra quattro anni a casa dei bianchi teutonici sconfitti nella finale.

Magazine in Edicola