analisi tattica

  • Cosa ci suggeriscono i dati relativi alla stagione della Serie A appena conclusa. Il NapoIi di Maurizio Sarri è stata la squadra che dal punto di vista offensivo si è contraddistinta per diversi parametri, ad esempio tiri in porta, possesso e ripartenze. L’attaccante della Roma Dzeko è stato il giocatore con più conclusioni a rete, Belotti quello che ha subìto e commesso più falli.

    L’undici di Gasperini è stato quello più pericoloso sui corner, con 13 segnature (Lazio e Inter a seguire con 12 e 11), mentre la Juventus ha sfruttato meglio i calci di punizione diretti (5 gol). Sicuramente avere Dybala e Pjanic in squadra aiuta.

    37 Sono i dribbling a partita tentati dall’Atalanta (la squadra migliore della Serie A nell’1>1 offensivo), con un 57% di efficacia.

    58% È la percentuale media di possesso palla del Napoli, seguita a ruota da Juventus e Fiorentina (57% medio). Se però osserviamo il numero di passaggi effettuati in media a partita scopriamo che la differenza tra i partenopei e le altre 2 squadre è enorme: 724 contro 590 e 578. Ma c’è di più: nei passaggi “costruttivi”, ovvero quelli con cui i vari undici tentano di conquistare campo, il Napoli è a quota 494 con più di 104 esecuzioni rispetto alla squadra di Paulo Sousa, indice questo della ricerca della verticalità e non di una gestione lenta nel pallone nelle retrovie.

    L'articolo completo su IL NUOVO CALCIO di luglio in edicola o in abbonamento

  • Le soluzioni adottate dalla squadra di Zinedine Zidane. La forza dei tre attaccanti, le opzioni di gioco possibili grazie a Isco, le dinamiche sulle corsie laterali e una fase difensiva talvolta da… rivedere.

    Il capolavoro di Zidane. Ai piedi del pallone d’oro. Alla caccia della seconda Champions consecutiva. Potrebbero essere molti i titoli d’apertura di questo articolo. L’undici di Zinedine Zidane, infatti, è finalista per il secondo anno di fila di Champions e non è lontano dal conquistare la Liga (al momento della stesura di questo testo si trova a pari punti a 2 gare dalla fine col Barcellona e una partita in più da disputare, nda). Una stagione sicuramente da incorniciare, iniziata con la vittoria nella SuperCoppa Europa e proseguita con la conquista del Mondiale per Club. Una squadra ricca di talenti, con tra le sue file il giocatore, al momento, più forte al mondo, Cristiano Ronaldo, che nei momenti decisivi ha fatto la differenza.

    L'articolo completo su IL NUOVO CALCIO di giugno in edicola o in abbonamento

  • In primo piano l’analisi tattica curata da Giovanni Galli, che, a pagina 6, ha indagato i mutamenti dell’undici di Spalletti. I nerazzurri hanno cambiato pelle rispetto al passato e stanno diventando una squadra moderna, ma che deve compiere ancora qualche gradino per ambire a competere con la Juventus. Un miglioramento continuo, dunque, ma che ha bisogno ancora di un po’ di lavoro. A seguire segnaliamo tre interviste estremamente interessanti e diverse tra loro.

    La prima è quella che Cesare Barbieri ha fatto a Francesco Ghirelli, che dal 6 novembre 2018 è il nuovo presidente della Lega Pro (pagina 14): ci siamo fatti raccontare i suoi piani per il futuro e le riforme in programma. Restando nella terza serie del calcio italiano, da non perdere, a pagina 28, l’intervista di Luca Bignami a Mauro Zironelli, tecnico della Juventus under 23. Il mister, alla guida della prima “seconda” squadra italiana, ci ha indicato le difficoltà incontrate, la metodologia d’allenamento e del tempo necessario per far vedere i frutti di questa nuova strada impostata.

  • Luca Bignami ha analizzato i numeri del girone di andata della Serie A, per capire quali sono gli andamenti del campionato, quali squadre risultano maggiormente incisive e quali calciatori sono determinati ai fini del risultato.

  • La classifica indica come la corsa scudetto, al momento, sia una corsa a due: Napoli e Juventus appaiono le squadre più attrezzate per alzare il trofeo a fine stagione.

    Nel suo articolo, Giovanni Galli, ha evidenziato come le chance di vittoria dell’undici di Sarri sono legate alla brillantezza del gioco, che deve restare tale per tutta la durata del torneo.

Magazine in Edicola