Il mese di maggio si apre con l’invito al Master 2019. In questa edizione saranno tanti i nomi altisonanti a partire dalla due giorni relativa al settore giovanile fino a quella che vedrà come protagonisti gli allenatori delle prime squadre. Già su questo numero sono presenti alcuni dei relatori: Ivan Zauli, il cui articolo a pagina 86 tratta dell’importanza della tecnica, Filippo D’alesio, il quale, a pagina 90, pone l’accento sulla centralità del gioco e Andrea Biffi che, in una breve intervista a pagina 42, fornisce alcune anticipazioni circa il suo nuovo libro in uscita il prossimo mese.

Imperdibile poi l’intervista, condotta da Luca Bignami e Matteo Callini, a Cesare Prandelli e a tutto il suo staff (pagina 30) in cui il mister di Orzinuovi racconta la sua esperienza sul campo e la sua filosofia di gioco, facendoci entrare nel mondo Genoa, anche grazie al coinvolgimento di tutti i professionisti che lo circondano nel lavoro quotidiano.

Un ruolo che sta subendo un’evoluzione importante e quasi radicale: per questo nel mese di aprile abbiamo dedicato un approfondimento ai numeri uno. Si tratta di una serie di articoli, curati da Gaetano Petrelli, Mauro Marchisio e Catello Senatore, che a partire da pagina 52 illustrano in che modo lavorare coi portieri sia negli adulti sia nel settore giovanile. L’importanza di non sacrificare la tecnica propria del ruolo, l’efficacia delle gestualità e il ruolo fondamentale rivestito dalla conoscenza del gioco da parte dell’estremo difensore, che porta a leggere meglio le situazioni e quindi ad anticipare la propria azione. Da non perdere, poi, lo scritto di Matteo Callini e Andrea Gerardi che, a pagina 18, raccontano il successo del Quarto Convegno di Scienza&Sport, che ha visto la presenza di 350 partecipanti.

L’apertura di questo mese è dedicata allo speciale che abbiamo preparato per coloro che lavorano nelle prime squadre. Sono 16 pagine (a partire da pagina 36) nelle quali i nostri esperti, allenatori professionisti che si confrontano tra Serie C e D, hanno fornito un totale di 40 proposte pratiche, più numerose varianti. Ogni autore ha affrontato un tema specifico, che va dalle attivazioni tecnico-tattiche alla costruzione del gioco dal basso, dalla finalizzazione a rete alle partite a tema. Passando per la gestione del possesso e la riaggressione a palla persa. Numerose soluzioni che affrontano tutte le tematiche maggiormente allenate durante la stagione e che vogliono essere unicamente uno spunto per elaborarne di nuove, utili ed efficaci per le proprie esigenze e per la propria squadra. Su questo numero da non perdere, poi, tre interviste esclusive.

Nel numero di febbraio 50 pagine di Speciale (a partire da pagina 60) dedicato a chi lavora nel vivaio delle società sportive. A curare gli scritti sono stati tutti i nostri esperti che hanno pubblicato un libro della collana Gli Indispensabili inerente a una delle categorie del settore giovanile. A questi si aggiunge Andrea Biffi, che al di là delle sue indiscutibili competenze e del suo percorso professionale di alto livello, rientra di diritto in queste pagine perché sta preparando il 18esimo Indispensabile che sarà dedicato a chi opera coi più piccoli.

In primo piano l’analisi tattica curata da Giovanni Galli, che, a pagina 6, ha indagato i mutamenti dell’undici di Spalletti. I nerazzurri hanno cambiato pelle rispetto al passato e stanno diventando una squadra moderna, ma che deve compiere ancora qualche gradino per ambire a competere con la Juventus. Un miglioramento continuo, dunque, ma che ha bisogno ancora di un po’ di lavoro. A seguire segnaliamo tre interviste estremamente interessanti e diverse tra loro.

La prima è quella che Cesare Barbieri ha fatto a Francesco Ghirelli, che dal 6 novembre 2018 è il nuovo presidente della Lega Pro (pagina 14): ci siamo fatti raccontare i suoi piani per il futuro e le riforme in programma. Restando nella terza serie del calcio italiano, da non perdere, a pagina 28, l’intervista di Luca Bignami a Mauro Zironelli, tecnico della Juventus under 23. Il mister, alla guida della prima “seconda” squadra italiana, ci ha indicato le difficoltà incontrate, la metodologia d’allenamento e del tempo necessario per far vedere i frutti di questa nuova strada impostata.

Magazine in Edicola

Ultime Notizie