Attività di base
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Futsball è quel termine che unisce calcio a 5 (futsal) e a 11 (football). I vantaggi di questa metodologia e le proposte pratiche.


Uno dei problemi che spesso gli addetti ai lavori evidenziano è la scarsa tecnica di molti giovani calciatori, che hanno difficoltà nel compiere correttamente alcuni gesti fondamentali. Un’idea per certi versi innovativa che può cercare di lavorare in questa direzione è quella che fonde il futsal con il football, iniziando sin dalle prime annate dell’attività di base.

Di cosa si tratta
Da qui la parola “FutsBall” (Futsal + Football): rappresenta una metodologia ideata per consentire ai giovani calciatori di veder crescere le proprie abilità tecniche-tattiche attraverso l’introduzione di alcuni fondamentali essenziali del calcio a cinque all’interno del mondo del calcio.

L’istruttore che si occupa di attività di base, infatti, deve facilitare il gioco e sperimentare con coscienza per raggiungere un livello di miglioramento importante. Deve essere aperto alle idee e alle esperienze derivate da altri ambiti sportivi, deve costruirsi quella mentalità polisportiva che gli sarà d’aiuto nel risolvere i numerosi problemi insiti nella formazione dei ragazzi.

Per troppo tempo, nel programmare l’attività calcistica dei giovani, gli istruttori hanno avuto come unico rife- rimento il modello di prestazione degli atleti adulti e fino a poco fa, in alcune regioni, i calciatori in erba venivano catapultati direttamente nel calcio 11>11, non adatto alle loro caratteristiche fisiche, mentali, emozionali e relazionali. Per formare il calciatore di livello occorre arrivarci per gradi. Si deve partire dal 3>3 e adattare i modelli di performance alle caratteristiche psico-fisiche dei bambini in età evolutiva.

Scopri di più sul numero di novembre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Magazine in Edicola