Quando si parla di esercitazioni con la palla che abbiano un obiettivo fisico, subito ci si rifà agli SmallSidedGames (SSG) ma, Giacomo Cofano, in questo articolo ci presenta una “nuova” o quanto meno moderna interpretazione di queste soluzioni di allenamento: i Large Sided Games. Il preparatore atletico presenta la classificazione di queste esercitazioni, che può avvenire secondo le dimensioni del campo o attraverso il formato, cioè il numero di giocatori impiegato.

Leggi tutto...

Una delle ultime e più interessanti soluzioni tattiche per mettere in crisi le difese più chiuse è quella di posizionare più giocatori tra le linee avversarie. Situazioni ed esercitazioni sull’argomento.

In uno stile di gioco posizionale, risulta di fondamentale importanza riuscire a giocare palla (grazie a un passaggio chiave) a un uomo libero tra le linee avversarie, ovvero nello spazio tendenzialmente tra la demarcazione del centrocampo e quella della difesa avversaria. Il ricevente, orientando il controllo verso la porta avversaria, sarà infatti libero di decidere, in una zona molto pericolosa, come provare a concludere l’azione in modo vincente.

Leggi tutto...

Cosa fare appena conquistato il possesso palla: consolidamento o ricerca della profondità? La zona di campo in cui avviene il recupero è determinante.

Leggi tutto...

Riccardo Bettonte, allenatore del settore giovanile del Novara, propone una serie di esercitazioni, con superiorità numeriche e diverse modifiche, che cercano di avvicinarsi al contesto di gioco, utilizzando un numero inferiore di giocatori.

Leggi tutto...

Quanto conta la prevenzione degli infortuni nei giovani? La risposta ci viene fornita da Carlo Cavasinni, preparatore atletico della Primavera del Pescara. Il punto di partenza è la scienza, che ci offre lo spunto attraverso il quale implementare le metodologie di allenamento al fine di migliorare il livello prestazionale del nostro giovane atleta, senza però perderne l’integrità fisica.

Leggi tutto...

Quali sono i concetti fondanti per un giovane calciatore utili a imparare a muoversi per auto-crearsi spazio e liberarlo per i compagni.

Leggi tutto...

Come lavorare utilizzando al meglio questa struttura geometrica e inserire gestualità e movimenti simili a quelli della gara. Una progressione didattica per i più “piccoli.

Leggi tutto...

Un concetto di tattica individuale che deve essere insegnato nel settore giovanile. Una progressione didattica per operare in tale direzione e i princìpi fondanti dell’intercettamento.

Leggi tutto...

Attaccare la porta come attaccare lo spazio sono caratteristiche e qualità che una squadra e un calciatore offensivo, più nello specifico, devono possedere per "colpire" il diretto avversario.

Leggi tutto...

Come si deve comportare il portiere nelle situazioni da “palla ferma”? Gli autori dell’articolo, Gaetano e Gian Mario Petrelli, rispettivamente preparatori dei numeri uno di Benevento e Taranto, presentano alcune indicazioni utili per gli estremi difensori da tenere presente sui calci d’angolo e sulle punizioni, siano esse centrali o laterali.

Leggi tutto...

La transizione dei portieri è spesso confinata a un ruolo marginale, ma Christian Olevano e Massimiliano Magi, nel loro articolo scritto a quattro mani, sottolineano l’importanza di questa fase del gioco per gli estremi difensori che devono essere abili a gestire sia quella “positiva” sia quella “negativa”.

Leggi tutto...

Durante una gara l’obiettivo di un estremo difensore è quello di sviluppare il più alto grado di efficacia ed è importante sottolineare come gli interventi che il portiere andrà a compiere si presentino in modo estemporaneo e non schematico, a seconda degli episodi caratterizzanti l’incontro. Paolo Gerotti, allenatore dei portieri del Parma, riconduce le gestualità del portiere moderno al metodo integrato ricercando all’interno dello stesso alcuni princìpi fondamentali, elencati e analizzati, anche con proposte pratiche, all’interno dell’articolo.

Dopo aver condotto l’Empoli Ladies al secondo posto nella Serie B nella scorsa stagione e aver conquistato anche l’ambito premio della panchina d’argento per il calcio femminile, Alessandro Pistolesi, allenatore della compagine toscana, si è raccontato in un’intervista, durante la quale ha parlato della sua storia con la squadra empolese.

Leggi tutto...

Yvonne Alessandro ha intervistato Gianpiero Piovani, ex giocatore e attuale allenatore del Sassuolo Femminile. Il mister bresciano ha raccontato la sua esperienza nel calcio delle donne partendo dall’inizio dell’avventura nella “sua” Brescia, passando per il trasferimento al Sassuolo dopo il fallimento della società bianco-blu, fino ad arrivare all’esperienza attuale presso la società emiliana.

Leggi tutto...

Cesare Barbieri ha intervistato per noi Ludovica Mantovani, presidente del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio Femminile. Durante la chiacchierata sono stati toccati diversi aspetti legati al mondo calcistico al femminile.

Leggi tutto...

L'utilità di organizzare una routine prima della sessione vera e propria dedicata alla forza. Tre proposte operative.

Quando e come agire
Pesi sì, pesi no? Troppa forza o poca forza? Solo in palestra o tutto in campo? In molti utilizzano l’allenamento del mercoledì come la classica seduta dedicata alla forza (o il martedì per le squadre che giocano di sabato), in forma strutturale, con un lavoro meccanico muscolare importante. Spesso viene abbinata ai cambi di direzione sul campo oppure, nei dilettanti, ad alcuni esercizi come squat, affondi, potenziamento degli hamstring e via dicendo, in modalità a circuito una volta a settimana. Ma è veramente utile e sufficiente una sola sessione per mantenere livelli di performance elevati? E come prevenzione? Diciamo, in parte! Indubbiamente meglio di niente, se proposta con ratio, ma comunque non è soddisfacente. L’incubo di molti preparatori e allenatori, poi, è proprio quello di allenare troppo muscolarmente gli atleti rischiando di “imballare” le gambe e di trovarsi calciatori stanchi e doloranti già durante gli allenamenti.

Leggi tutto...

Con le nuove idee che emergono dal mondo del calcio, anche a livello giovanile si assiste sempre più a una netta riduzione degli spazi di gioco, con una importante diminuzione nell’osservazione, durante una partita delle “praterie”, un tempo notabili e terreno fertile dei giocatori particolarmente veloci.

Leggi tutto...

Come programmare la settimana tenendo conto dell’analisi del carico. Le varie tipologie di scale che possono essere utili all’allenatore e al preparatore di giovani calciatori.

Leggi tutto...

Ultime Notizie