Un bomber da oltre 200 gol nei professionisti che si mette a disposizione dei ragazzi della società in cui è stato per diversi anni un “simbolo”.
Il calcio in cui crede, la sua metodologia e i consigli per gli attaccanti.

È stato capitano della Lazio, ha tagliato il traguardo delle 100 reti in Serie A, ha avuto allenatori competenti e preparati, ha giocato con dei campionissimi... e soprattutto ha dovuto fare una certa gavetta per diventare quello che è ed è stato. Ha dovuto vivere lontano da casa da giovanissimo, è sceso in campo negli stadi meno prestigiosi della Serie C. Non si è mai dato per vinto! Questo è ciò che ora sta cercando di trasmettere ai suoi ragazzi, oltre agli insegnamenti calcistici. Oltre a quelle “malizie”, quelle accortezze che solo un attaccante vero può far passare alle sue punte.
Parliamo di Tommaso Rocchi, oggi allenatore degli under 14 della Lazio.

Leggi tutto...

Giovanni Galli

Allenatore Uefa Pro, direttore sportivo, Campione del Mondo a Spagna 1982.

Il nostro esperto di tattica sarà anche quest’anno con noi per illustrare – grazie a una serie di elaborazioni video – i temi più scottanti della nostra Serie A e del calcio internazionale. Saranno analizzate anche le modifiche regolamentari per la prossima stagione, che potrebbero portare a interessanti evoluzioni tattiche.

Leggi tutto...

In vista dell’imminente Mondiale che si disputerà in Francia al 7 giugno al 7 luglio, Luca Bignami ha intervistato la selezionatrice Milena Bertolini e il suo vice Attilio Sorbi, nostro storico collaboratore. Dopo vent’anni la nazionale femminile si ripresenta al via della competizione e lo fa innanzitutto con l’obiettivo di cercare di stupire.

Il CT si è soffermato sulla crescita del nostro campionato, anche se non ancora giunto ad ottenere lo status professionistico, oltre che delle giocatrici, che hanno diminuito notevolmente il gap tecnico e tattico, ma che subiscono ancora la grande fisicità delle avversarie. Anche il ruolo dell’allenatore è cambiato, ma certamente non bisogna buttare via tutto quello che è stato fatto nel passato e un commissario tecnico deve sempre aggiornarsi, guardare partite internazionali, osservare calciatrici e calciatori, oltre che immaginare quelle che potrebbero essere le evoluzioni future.

Aurelio Andreazzoli

Allenatore Uefa Pro, tecnico dell’Empoli. L’Empoli di Andreazzoli, quest’anno e la passata stagione, a detta di numerosi addetti ai lavori e suoi colleghi, è stata una delle squadre più organizzate e moderne di tutto il panorama italiano. Il mister sarà presente sabato 29 giugno al nostro incontro di aggiornamento per parlarci della fase offensiva sviluppata secondo i princìpi di gioco.

Titolo della relazione: “L’organizzazione della fase di possesso. I princìpi di gioco”

Leggi tutto...

Moreno Longo

Allenatore Uefa Pro, quest’anno tecnico del Frosinone.

Il mister piemontese, dopo le esperienze nel settore giovanile del Torino e la splendida annata alla Pro Vercelli in B, la scorsa stagione ha riportato il Frosinone in Serie A. Ha utilizzato diversi sistemi di gioco, tra cui il 3-5-2, adattandolo/modificandolo soprattutto in fase offensiva grazie al ruolo del trequartista. Di questo parlerà il 30 giugno a Coverciano.

Titolo della relazione: “La trasformazione dei sistemi di gioco: come può cambiare il 3-5-2 nelle due fasi con l’utilizzo del trequartista

Leggi tutto...

La stagione appena conclusa è stata senza dubbio un momento di svolta per tutto il movimento calcistico femminile sia per il passaggio dalla Lega Nazionale Dilettanti alla FIGC sia per il seguito che c’è stato a partire dal cammino verso i Mondiali della nazionale fino ad arrivare al campionato con dirette televisive. Teresa Palopoli ha quindi intervistato Katia Serra, ex calciatrice di Serie A, docente ai corsi per allenatori Uefa B e Uefa C, oltre che commentatrice tecnica per Sky e responsabile AIAC per il calcio femminile.

L’ex giocatrice bolognese ha fornito uno spaccato della situazione toccando tematiche come il mancato status di professionista per le calciatrici, importante sia in termini di tutele assicurative e previdenziali che di salario, il livello del nostro campionato, che è in continua crescita, fino ad arrivare al miglioramento tecnico e tattico generale e ai Mondiali che la nazionale disputerà in Francia nel mese di giugno.

L’arrivo a stagione in corso dopo due allenatori esonerati, il passaggio da una situazione in classifica “da sistemare” alla vittoria contro la Juventus. Cesare Prandelli si è raccontato a Luca Bignami in una chiacchierata in cui sono stati diversi i temi toccati dall’allenatore lombardo: l’evoluzione del calcio moderno, l’organizzazione delle squadre, la filosofia di gioco del suo Genoa, ma anche il settore giovanile, da cui un giovanissimo Cesare ha cominciato la carriera di allenatore, in quella fucina di talenti quale è il vivaio dell’Atalanta.

Il mister di Orzinuovi ha parlato anche di moduli e soprattutto di come essi siano conseguenza di un’analisi attenta degli uomini che si hanno a disposizione. Matteo Callini, invece, ha intervistato i preparatori facendosi raccontare il modo in cui lavorano, anche in sinergia con lo staff medico, in particolare dal punto di vista metodologico e per quanto concerne l’aspetto della forza.

Carrara è la città simbolo dell’anarchia, della libertà, dell’essere responsabili di ciò che si fa senza che nessuno ti costringe a farlo. E al timone della squadra della città non poteva che esserci Silvio Baldini, un allenatore davvero particolare, che sta portando avanti un progetto interessante, che va oltre il pensiero comune. A Carrara ci si trova al campo tutte le mattine alle 7.30 per fare insieme colazione, poi sempre “doppio” tranne che per la “rifinitura”, che prevede un solo allenamento.

Leggi tutto...

Novità editoriali
L’intervista a Italo Sannicandro e Giacomo Cofano, i due autori del nuovo libro, presentato nell’ambito del quarto convegno di Scienza&Sport del 16 marzo a Milano. Le novità, le evoluzioni metodologiche e tante proposte pratiche riguardanti gli small-sided games (SSG).

Italo Sannicandro e Giacomo Cofano sono tornati con un nuovo volume tutto da leggere. I due autori, entrambi preparatori atletici professionisti, hanno dato vita all’Indispensabile numero 17, dal titolo “Small-sided games 2. Programmazione, metodologia, esercitazioni”, disponibile dal 18 marzo. Un volume innovativo rispetto al precedente, nel quale si portano alla luce le evidenze scientifiche emerse in questi 5 anni e si forniscono numerose esercitazioni, tutte differenti, rispetto a quelle trovate nel primo libro.

ssg4

 

INFO E ACQUISTI >>

Luca Bignami ha intervistato per noi il tecnico del Lugano, che ci ha parlato dei suoi inizi in panchina, a Losanna, dove ha aperto un’accademia di calcio, incominciando dai più piccoli e salendo pian piano di categoria. Poi l’occasione di andare a Malaga da secondo con Schuster, per il quale aveva giocato a Levante e Getafe.

Leggi tutto...

Il presidente della LND, che deve gestire un esercito di più di un milione di giocatori e di più di dieci mila società, si è sottoposto alle domande di Cesare Barbieri e ha ricordato anche il papà Antonio, storico presidente dell’Avellino, che nel lontano 1983 batté 4 a 0 il Milan. Nel corso dell’intervista, Cosimo Sibilia ha posto uno sguardo d’insieme sulla LND, fornendo indicazioni sulle varie regioni e indicando le prime riforme fatte.

Leggi tutto...

Il responsabile tecnico dei centri territoriali voluti dalla Federazione racconta la nascita di questo progetto, i presupposti operativi e la filosofia che sottende a tutto l’intervento degli allenatori.

Leggi tutto...

L’intervista di Cesare Barbieri al numero uno della Federazione, che si trova ad affrontare il mondo calcistico italiano che ha bisogno di voltare pagina, con riforme che lo rendano sostenibile a tutti i livelli. Proprio dalle riforme è partito il discorso di Gabriele Gravina, che ha come primo obiettivo quello di riportare i tifosi allo stadio.

Leggi tutto...

La prima “seconda” squadra nella storia del calcio italiano è la Juventus under 23, che sta affrontando la sua stagione d’esordio in Serie C. Per guidare i ragazzi bianconeri in questa avventura è stato scelto Mauro Zironelli. Luca Bignami è andato a Vinovo per farsi raccontare le insidie di questa sfida e la metodologia di allenamento del tecnico. Partendo dagli inizi del mister bianconero, si è passati ad analizzare il suo tipo di calcio, d’attacco e piacevole, ma allo stesso tempo equilibrato.

Leggi tutto...

Eletto Gravina alla presidenza della Federazione, il candidato naturale per sostituirlo come numero uno della Lega di Serie C era Francesco Ghirelli: e così è stato il 26 novembre scorso. Incalzato dalle domande di Cesare Barbieri, il neopresidente ha indicato su quali punti intervenire subito e le riforme pensate per il futuro. Innanzitutto il rispetto delle regole da parte di tutti, per evitare di comminare punti di penalizzazione nel corso della stagione, ma fare una selezione a monte.

Leggi tutto...

Cesare Barbieri ha intervistato colui che da poco più di un anno è il presidente della lega Nazionale Professionisti Serie B, Mauro Balata. Lui, che è avvocato cassazionista, ha parlato dell’estate difficile che ha dovuto affrontare e quella decisione di portare la B a 19 squadre: un esigenza burocratica data dalla tutela delle società e dei tifosi. Il discorso verte poi sulla giustizia sportiva, che a suo dire deve godere di propria autonomia, per passare poi a parlare di campo.

Leggi tutto...

L’analisi tattica di Giovanni Galli verte sul Napoli di Carlo Ancelotti, che ha saputo rispondere alle perplessità iniziali come solo un tecnico fra i migliori in circolazione avrebbe saputo fare. Perché dopo la partenza di Sarri erano sorti dubbi sul fatto che il club partenopeo sarebbe stato in grado di ripetersi a questi livelli. Ancelotti, però, è stato bravo a mantenere immutati i princìpi instaurati dal tecnico precedente, nonostante il cambio di sistema di gioco dovuto, soprattutto, alla partenza di Jorginho.

Leggi tutto...

Una cittadina di 20.000 abitanti, non lontana da Vicenza: questo il regno di Roberto Venturato, alla quarta stagione sulla panchina della prima squadra. Dopo la promozione dalla C, due play-off di B quasi inaspettati. Luca Bignami e Matteo Callini hanno intervistato il tecnico e lo staff per scoprire i segreti dietro a questi traguardi: tanto lavoro, competenza e serietà.

Leggi tutto...

L’intervista di Cesare Barbieri al Campione del Mondo e Pallone d’Oro del 2006, che dopo aver appeso gli scarpini al chiodo si è dedicato alla carriera da allenatore. Oggi è il tecnico del Guangzhou Evergrande, che ha vinto le ultime sette edizioni del campionato cinese e punta all’ottavo successo consecutivo. Fabio Cannavaro ha parlato del suo sistema di gioco preferito e delle scelte effettuate con la squadra cinese, che aveva già allenato tra il 2014 e il 2015.

Leggi tutto...

I ricordi di Thiago Motta partono dalla cantera blaugrana, nella quale è arrivato a 17 anni e ha ricevuto insegnamenti fondamentali per tutta la sua carriera. Ma è con l’Inter che si è preso la sua rivincita contro la sfortuna, che per due volte ha visto il suo ginocchio fare crack. Lui era in campo in quel Barcellona-Inter del 2010, anche se per pochi minuti.

Leggi tutto...

La bravura gestionale e la sagacia tattica hanno fatto di Fabio Capello uno dei più grandi allenatori dei tempi recenti. Le sue numerose vittorie sono frutto di una meticolosità nell’organizzazione dei suoi undici, dell’abilità nell’utilizzo di diversi sistemi di gioco e della compattezza difensiva.

Se navighi un po’ su internet, sui motori di ricerca mettendo il nome… Fabio Capello rischi di rimanere deluso. Cerchi interviste, frasi celebri, “uscite” particolari e… niente. Quasi niente. Non è un caso: è sempre stato un tecnico di poche parole e molti fatti l’allenatore friulano. Pochi fronzoli e molte vittorie. Molte vittorie. Italia, su tre prestigiose panchine e Spagna, su quella dei Los Galacticos. Pur provenendo dal mondo Fininvest, non ha mai amato troppo apparire. Non si ricordano conferenze fiume o altro. Perché Capello era – in particolare coi club – un “animale” da campo. Dove dava il meglio di sé. Non era e non è mai stato, però, un allenatore rivoluzionario, alla Sacchi o Zeman per capirci. O meglio… è stato un rivoluzionario intelligente. Un rivoluzionario che, in un periodo storico in cui era il giocatore ad adattarsi al sistema, ha sempre costruito squadre in base alle peculiarità dei calciatori a disposizione. Per permettere loro di rendere al massimo. Un profondo conoscitore di calcio, uno stratega della panchina, capace di cambiare faccia alla squadra con un cambio, un tecnico pragmatico.

L'articolo completo lo potete trovare su IL NUOVO CALCIO di ottobre in edicola o in abbonamento http://www.storesportivi.it/articoli/37/il_nuovo_calcio.html

Le parole dell’allenatore del Sassuolo, che si è raccontato nel corso dell’intervista di Cesare Barbieri e Matteo Cioffi. Il mister ha espresso il suo modo di intendere calcio, che si fonda su un concetto semplice ma di difficile attuazione: far ricevere palla, nelle migliori condizioni possibili, ai giocatori di qualità.

Leggi tutto...

L’intervista di Luca Bignami al ct dell’Under 21, con un passato importante da giocatore, esploso nel Foggia di Zeman prima di indossare, tra le altre, le casacche di Roma e Inter. Appesi gli scarpini al chiodo, l’esperienza come osservatore per le squadre nazionali, prima di sedersi in panchina, alla guida degli azzurrini.

Leggi tutto...

L’intervista di Cesare Barbieri al Campione del Mondo del 2006, che parte proprio dal racconto della vittoria mondiale. Poi un rewind fino agli inizi al Brescia e il passaggio all’Inter. In seguito il Milan, con cui vince tutto, due volte, in un controcampo pieno di talento, e il clamoroso passaggio alla Juventus, con cui continua a vincere; senza dimenticare l’azzurro, quello dell’Under prima e della Nazionale maggiore poi.

Leggi tutto...

In tempo di Mondiali, ecco la doppia intervista di Cesare Barbieri a due Campioni del Mondo con la maglia azzurra nel 2006: Luca Toni e Mauro German Camoranesi. Il primo, appesi gli scarpini al chiodo, ha conseguito l’abilitazione sia per fare il direttore sportivo sia per allenare, indicando però come la sua preferenza ricada sul lavoro dirigenziale, incarico già svolto all’Hellas Verona. Inoltre, l’ex bomber azzurro ha parlato di attaccanti e delle sue esperienze da giocatore, culminate con la canzone dedicatagli ai tempi del Bayern Monaco.

Il secondo, lasciato il calcio giocato, si è dedicato alla carriera da mister, cominciata in sudamerica. Camoranesi ha evidenziato le differenze che vi sono tra l’essere giocatore e il mestiere dell’allenatore, terminando l’intervista con il racconto della finale di Berlino.

Scopri di più sul numero di luglio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Luca Bignami ha intervistato il tecnico del Milan, che ha espresso il suo pensiero e la sua filosofia di lavoro e su come trasmetterla ai proprio calciatori. Calciatori che oggi sono più partecipi e vogliono capire il perché dei lavori proposti; di conseguenza l’allenatore deve avere ottime conoscenze. Inoltre, è importante entrare in sintonia coi calciatori, entrando nella testa di tutti in modo diverso. Il tecnico ha proposto diverse esercitazioni di tipo tecnico-tattico ma con finalità fisiche: passing drills, possessi e giochi di posizione. Gattuso ha poi affrontato anche il discorso relativo alla match analysis e ha indicato l’organizzazione di una settimana tipo, priva di Coppe, e una con l’Europa League al giovedì. Per finire, un discorso legato ai giovani e al poco tempo che i bambini trascorrono giocando all’aperto.

Scopri di più sul numero di luglio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

Ferretto Ferretti, Francesco Perondi e Andrea Bernasconi.

Interviste

Il quindicesimo libro della collana Gli Indispensabili è dedicato a tutti coloro che lavorano proprio in questo ambito. Abbiamo incontrato gli autori, tre firme d’eccezione, per saperne di più.

Questo mese presentiamo il libro numero 15 della nostra collana Gli Indispensabili. Il volume, dal titolo L’allenamento fisico nei dilettanti, porta due firme d’autore: il direttore della rivista Ferretto Ferretti e Francesco Perondi, attuale componente dello staff di Pioli. Ad affiancarli una terza figura, giovane ma con esperienze sia in Serie C e D come preparatore, Andrea Bernasconi.

Scopriamo con loro i contenuti, partendo dall’ideatore di tutta la collana, il direttore de Il Nuovo Calcio Ferretto Ferretti.

Leggi tutto...

L’intervista di Luca Bignami al tecnico toscano, che ha alle spalle diverse esperienze nei professionisti, culminata con la splendida avventura a Benevento, culminata con la storica conquista della Serie A. Baroni ha espresso la sua filosofia di lavoro, a partire da un aspetto che sottende a tutto: la sensibilità, una caratteristica fondamentale per ogni tecnico.

Leggi tutto...


Il CT della Nazionale femminile ci ha aperto le porte di Coverciano, ripercorrendo con noi i suoi trascorsi da calciatrice e il suo cammino che l’ha portata fino alla panchina azzurra. Nel corso dell’intervista, Milena Bertolini ha indicato le differenze riscontrate nell’allenare una nazionale rispetto a una squadra di club e ha espresso la sua filosofia di gioco e gli obiettivi prefissati. Inoltre, il tecnico ha sottolineato quali differenze vi siano rispetto alle altre compagini e su quali aspetti lavorare per limare un gap che è sempre più sottile.

Leggi tutto...

Continuano le nostre interviste ai maestri di calcio. Questo mese abbiamo incontrato Massimo De Paoli, che da trent’anni lavora nel settore giovanile e ha delineato i cambiamenti avvenuti e spiegato le sue modalità operative.

Leggi tutto...

Ultime Notizie